Benvenuto nel sito di Turismo Culturale Italiano, il Primo Operatore di Turismo Culturale d'Italia
 
Statistiche
l
l
l
l
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________

pagina aggiornata al 25/2/2019

_________________________________
   
scopri la programmazione
_________________________________
 
visite guidate
  visite a palazzi, ville, mostre
   
viaggi di gruppo
  escursioni, viaggi e tours
   
incontri
  conferenze, concerti, corsi
   
catalogo
  scarica i nostri programmi pdf
   
archivio
  visita il nostro archivio
   
galleria
  le nostre immagini più belle
   
e-lettere
  ricevi le notizie periodiche con posta elettronica
   
ultime notizie
  novità dalla redazione
   
prenotazioni
 
come prenotare la tua visita, il tuo viaggio...
   
   
   
scopri il nostro prossimo tour... leggi
 
 
 
   
   
 
cerca sulla mappa le prossime destinazioni dei nostri viaggi... leggi
 
 
Rispettare l'ambiente in ogni sua forma, l'uomo e il patrimonio culturale ... leggi
 
Firma la Petizione
RESIDENZE BORBONICHE Patrimonio dell'Umanità: APPELLO - PROPOSTA di candidatura per la lista UNESCO
 
 
 
Se desideri fare un regalo originale puoi scegliere ... leggi
 
 
associato
  Itinerari nella Storia d'Italia tra strade di pellegrini, monaci, soldati e artisti
 
 
Borghi della Toscana lungo la via Francigena senese
itinerario culturale di qualità
  Tra Antichi Borghi e Paesaggi Toscani
   
 

Mercoledì 1° Maggio 2019

   
 
 

Un avvincente itinerario lungo lo storico percorso della Via Francigena senese attraversando la val d'Orcia e il fiume Arbia. Visiteremo borghi e antichi edifici murati poco noti posti in una cornice paesaggistica di eccezionale bellezza. Monteroni d'Arbia, la Grancia fortificata di Cuna, Buonconvento con le sue belle mura, San Quirico d'Orcia, luogo di sosta di papi, imperatori e condottieri...

 
 
 
     

 

Programma

 

Mercoledì 1° Maggio 2019

Partenza da piazzale Ostiense in pullman GT per la Toscana alle ore 7.30. Pausa caffè lungo l'autostrada.

L'itinerario ci condurrà lungo la dorsale della via Francigena, nell'area a sud di Siena, che spesso corre parallela al fiume Arbia ed all'antica via Cassia. La Via Francigena o Romea , è parte di un fascio di vie, dette anche vie Romee, che conducevano dall'Europa centrale, in particolare dalla Francia, a Roma. I primi documenti d'archivio che citano l'esistenza della Via Francesca risalgono al IX secolo e si riferiscono a un tratto di strada nell'agro di Chiusi, in provincia di Siena, mentre nel X secolo il vescovo Sigerico descrisse il percorso di un pellegrinaggio che fece da Roma, alla quale era giunto per essere ricevuto dal Pontefice. Il documento di Sigerico rappresenta una delle testimonianze più significative di questa rete di vie di comunicazione europea in epoca medioevale, ma non esaurisce le molteplici alternative che giunsero a definire una fitta ragnatela di collegamenti che il pellegrino percorreva a seconda della stagione, della situazione politica dei territori attraversati, delle credenze religiose legate alle reliquie dei santi.

Inizieremo le nostre visite dalla Grancia di Cuna.

L'edificio presenta un'ampia mole dal caratteristico colore dei mattoni rossi con i quali è stata costruita e sorge isolata nel mezzo della campagna. La Grancia di Cuna è la testimonianza meglio conservata di una fattoria fortificata medievale, sorta dove nel XII° secolo sorgeva uno 'Spedale' dedicato ad accogliere i pellegrini della Via Francigena. Nel corso del Duecento divenne di proprietà della potente, ricca ed influente Ospedale di Santa Maria della Scala. Fu quindi ampliato al punto che, attorno all'originario edificio, si sviluppò in un piccolo borgo cinto da mura, con porte e torri, case e al centro la fattoria-fortezza. Nel Trecento l'intero complesso venne fortificato con alte mura merlate.
Il complesso di Cuna consiste in un blocco quadrato con mura e due torri d'angolo, un ingresso con un cortile da dove si accede ai granai e magazzini grazie ad una rampa. Vi vennero ospitati nel 1386 Urbano VI, nel 1420 Martino V, nel 1451 Paolo III.
Cuna fu saccheggiata solo nel 1554, durante l'ultima Guerra di Siena, dalle truppe Austro Ispaniche

Proseguiremo verso sud seguendo l'antico tracciato per arrivare, a pochissimi chilometri di distanza, in vista del grazioso borgo di Monteroni d'Arbia.

Monteroni sorse nel corso del Duecento proprio grazie al continuo transito di pellegrini e viaggiatori ma anche grazie all'influenza dello Spedale della Scala di Siena. Del tempo si conserva il mulino fortificato che risale ai primi del Trecento, fatto costruire per volontà dello Spedale di Santa Maria della Scala. Dopo i restauri il mulino si presenta come un'imponente struttura a torrione di mattoni, con una serie di arcate per il passaggio dell'acqua.

Continueremo per arrivare al poco distante borgo fortificato di Buonconvento. Il borgo sorge nella Valle dell'Ombrone, alla foce del fiume Arbia nel fiume Ombrone. Il nome deriva dal latino "Bonus Conventus" ma le prime notizie storiche sono del 1100. Il 24 agosto 1313 vi morì l'imperatore Enrico VII di Lussemburgo sceso in Italia per restaurare l'autorità imperiale. Il borgo è cinto da poderose e ben conservate mura, la cui costruzione iniziò nel 1371. Le strade e i vicoli caratteristici per le case in mattoni, sono piene di fascino.

Visiteremo una piccola ma importante collezione pittorica ospitata nell'elegante Palazzo Ricci Socini. La collezione presenta una serie di capolavori provenienti dal territorio di Buonconvento che testimoniano, per la loro qualità, il legame di questa zona con la produzione pittorica di Siena. Al suo interno si conservano pregevoli opere pittoriche provenienti dalle chiese del territorio - pitture su tavola del Trecento e del Quattrocento – firmate da Duccio di Buoninsegna, Pietro Lorenzetti, Luca di Tommè, Andrea di Bartolo, Sano di Pietro. Si tratta di uno dei piccoli ed ignorati gioielli italiani scarsamente visitato e poco noto.

Pausa pranzo.

Dopo la pausa pranzo a Buonconvento proseguiremo il nostro itinerario nel primo pomeriggio giungendo all'ultima e più bella tappa di visita, San Quirico d'Orcia. Il borgo è noto sin da tempi remoti e, durante il Medioevo, era una delle principali tappe di sosta dei pellegrini diretti a Roma. Sigerico, arcivescovo di Canterbury, nel suo itinerario, compiuto pochi anni prima del Mille, cita San Quirico come importante borgo.

Ad accrescerne l'importanza contribuiva inoltre l'essere il punto di raccolta dei mercanti umbro-marchigiani diretti a Firenze e Siena dal famoso Guido Morgante. San Quirico è un esempio fra i più notevoli di struttura urbanistica medievale e conserva nel suo impianto il tracciato delle originali strutture. Si conserva la cinta muraria con la porta orientale, o Porta dei Cappuccini , del XIII secolo. Lungo le mura sono visibili ancora 14 torrette, alcune delle quali incorporate in altre strutture.

All'interno del borgo si conserva la superba chiesa romanica costruita sull'antica Pieve risalente originariamente all'VIII secolo. Presenta una serie di splendidi portali realizzati in pietra arenaria e travertino di Bagno Vignoni uno dei quali è attribuito a Giovanni Pisano. Al suo interno, nel coro, si trovano le stupende tarsie realizzate tra il 1482 e il 1502 da Antonio Barili per il Duomo di Siena e acquistate nel 1749 dai Chigi per essere collocate nella Collegiata. In un'ala del transetto si trova collocato lo splendido polittico di Sano di Pietro, esponente di spicco di quella che viene denominata dagli storici dell'arte Scuola Senese XV secolo.

Sempre entro le mura del paese ammireremo i celebri giardini denominati Horti Leonini, realizzati appunto nel 1580 da Diomede Leoni. Il giardino all'italiana presenta una splendida fuga prospettica creata dalle aiuole di bosso geometriche e circondato, oltre che dalle belle case del borgo e dalle mura, anche da graziosi alberi d'alto fusto.

Al termine delle nostre visite partenza in pullman GT per Roma con pausa in autostrada e arrivo a Roma previsto in tardo pomeriggio / prima serata.

     
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
Le informazioni sull'escursione
Tutte le escursioni e i viaggi sono riservate ai membri del Club di Turismo Culturale Italiano [scopri di più]
 

Quota Euro 66.00 p.p. *

La quota comprende:

viaggio in pullman GT A/R, visite guidate, sistemi audio riceventi, spese parcheggio pullman, ztl, iva, imposte e tasse. Biglietti d'ingresso o spese di apertura etc. sono esclusi. Eventuali gratuità/riduzioni saranno considerate al momento dell'acquisto in situ dei biglietti.

Quota valida con minimo 25 partecipanti.
Prenotazione con pagamento anticipato entro il 22/04/2019 e fino a esaurimento dei posti disponibili. La prenotazione è confermata solo al momento del pagamento. Al momento della prenotazione è preciso dovere del partecipante chiedere l'eventuale presenza di biglietti d'ingesso e/o spese di ingresso ai siti oggetto delle visite non indicate alla voce "la quota comprende". Tali eventali importi saranno nel caso raccolti brevi manu nel corso del viaggio.
 
Possibilità di prenotazione del pranzo. La prenotazione del pranzo deve essere comunicata al momento della prenotazione del viaggio stesso. Non è possibile aggiungersi sul posto all'ultimo momento. Si informa che i menù sono necessariamente fissi pertanto qualsiasi forma di intolleranza, allergia, dieta e regime alimentare particolare deve obbligatoriamente essere comunicato al momento della prenotazione del pranzo. Il pagamento del pranzo potrà avvenire brevi manu il giorno stesso del viaggio. La prenotazione del pranzo non è obbligatoria ma consigliata. In alternativa è certamente possibile organizzare un pranzo al sacco da casa o cercare per proprio conto in situ la migliore soluzione. Si ricorda che la prenotazione del pranzo è un servizio di cortesia offerto ai partecipanti al viaggio.
 
La quota non comprende tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende".
N.B. Il programma può subire delle modifiche per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà.
Rientro a Roma in serata (pl.le Ostiense unica fermata)
 
* la quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d'ingresso/accessi/prenotazioni, per variazioni delle tariffe aeree/ferroviarie/pedaggi autostadali, mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti (in tale caso l'adeguamento previsto dalla normativa non potrà essere superiore all'8% delimpoto dell'escursione/viaggio), variazione dei tassi di cambio, se il pagamento della prenotazione avviene oltre i termini indicati, o per altri motivi [leggi]. In ogni caso eventuali variazioni saranno, da parte dell'organizzatore, preventivamente comunicate.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Normativa sulla Tutela, trattamento dei dati personali (Privacy)
   
Si informa che i dati da lei comunicati al fine garantirle la partecipazione alle attività in programma (visite guidate, escursioni, viaggi, gran tour, cicli i incontri etc.), saranno trattati nall'assolto rispetto della normativa vigente (Regolamento UE n. 2016/679 “GDPR”) [leggi]
   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Appuntamento alla partenza
   
App.to ore 7.30 in piazzale Ostiense, alle Mura Aureliane.
Clicca qui per vedere il luogo di partenza sulla mappa
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Viaggio in pullman
   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Mappa di viaggio
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Meteo
 
per conoscere le previsioni meteo dei luoghi delle nostre visite clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Cosa sapere prima di prenotare e di partire
   
cosa sapere prima di prenotare escursioni di un giorno (informazioni sulle modalità di prenotazione, cancellazione, penalità etc. ) clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Prenotazioni
   
se desideri prenotare questo viaggio o avere maggiori informazioni clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Scarica il programma di Turismo Culturale Italiano
 
scarica il programma completo delle nostre attività in pdf  
 
 
Normativa
 
Viaggio conforme alle direttive internazionali sul Turismo e del Codice del Turismo D.Lgs. 79/2011.
Aut.ne: Det.ne Dirigenziale R.U. Provincia di Roma n. 806 del 25/02/2013.
Garanzia Assicurativa Responsabilità Civile Organizzatori e intermediari Agenti di Viaggio "Amissima Assicurazioni Spa" - Polizza n° 801156528.
Nel rispetto di quanto richiesto dalla normativa (Codice del Turismo), in ottemperanza agli obblighi di legge derivanti dal DL 79 del 23 maggio 2011 - art. 50 comma 2 e comma 3 e successive modifiche/integrazioni, Turismo Culturale Italiano ha contratto adeguata polizza assicurativa con Filo Diretto Assicurazioni Spa (Polizza numero  5002002211/L  Consorzio FOGAR- FIAVET), in grado di sostituire la funzione svolta fino a tale data dal fondo di garanzia “pubblico”.
 
 
 
___________________________________________________________________________
turismo culturale italiano srl a socio unico - tour operator - C.F. e P.I. 11922481004 - REA RM 1337161
Visite Guidate, Viaggi d’Arte, Itinerari, Gran Tour, Viaggi Culturali, Conferenze, Incontri, Concerti...
Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, immagini, foto, disegni senza l'espressa autorizzazione - All rights reserved.
___________________________________________________________________________