Benvenuto nel sito di Turismo Culturale Italiano, il Primo Operatore di Turismo Culturale d'Italia
 
Statistiche
l
l
l
l
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________

pagina aggiornata al 25/04/2019

_________________________________
   
scopri la programmazione
_________________________________
 
visite guidate
  visite a palazzi, ville, mostre
   
viaggi di gruppo
  escursioni, viaggi e tours
   
incontri
  conferenze, concerti, corsi
   
catalogo
  scarica i nostri programmi pdf
   
archivio
  visita il nostro archivio
   
galleria
  le nostre immagini più belle
   
e-lettere
  ricevi le notizie periodiche con posta elettronica
   
ultime notizie
  novità dalla redazione
   
prenotazioni
 
come prenotare la tua visita, il tuo viaggio...
   
   
   
scopri il nostro prossimo tour... leggi
 
 
 
   
   
 
cerca sulla mappa le prossime destinazioni dei nostri viaggi... leggi
 
 
Rispettare l'ambiente in ogni sua forma, l'uomo e il patrimonio culturale ... leggi
 
Firma la Petizione
RESIDENZE BORBONICHE Patrimonio dell'Umanità: APPELLO - PROPOSTA di candidatura per la lista UNESCO
 
 
 
Se desideri fare un regalo originale puoi scegliere ... leggi
 
 
associato
  Gioielli della Ciociaria
 
 

Il Castello Boncompagni di Isola del Liri, l'abbazia di Casamari e la Certosa di Trisulti

  Una giornata tra splendide testimonianze dell'arte realizzate da antiche famiglie nobiliari e monaci
   
  Domenica 16 Giugno 2019
 
 
 

Questo itinerario ci porterà in visita nella Ciociaria dove visiteremo il bel Castello Boncompagni Viscogliosi di Isola del Liri, ancora oggi privato, che sorge accanto le belle cascate del fiume Liri e che conserva belle sale decorate; nel pomeriggio saremo alla splendida Certosa di Trisulti, nota per il bel complesso artistico ed architettonico e per la Farmacia e l'abbazia cisterciense di Casamari...

 
 
 

programma

 

Domenica 16 Giugno 2019

Questa nostra giornata ci porterà alla scoperta di alcune gemme del Medioevo della nostra regione, poste in Ciociaria, nel territorio della provincia frusinate.

Le nostre visite avranno inizio da un grazioso borgo ciociaro noto per le cascate urbane del fiume Liri, Isola del Liri, dove, solenne e solitario, si erge la poderosa mole del castello.

Il Castello Boncompagni-Viscogliosi di Isola del Liri, monumento nazionale, è uno dei complessi architettonici più imponenti e meglio conservati di tutta la Provincia di Frosinone, realizzato su un grande blocco di travertino che sbarrando il corso al fiume Liri lo divide in due rami a formare le famose cascate, la più nota Cascata Verticale a sud e la non meno suggestiva Cascata del Valcatoio a ovest, alte quasi 27 metri ed aventi la particolarità di essere le uniche al mondo a precipitare in un centro abitato.

Le prime notizie del castello dell'Isola risalgono al 1004 quando i monaci di Montecassino trasformarono alcune rozze costruzioni ivi presenti in luogo di preghiera e di pace dopo averle ricevute in dono da tale Raniero. Nel '400 lo stato di Sora, dipendente dal re di Napoli, divenne contea e poi ducato. Il primo duca che fissò stabilmente la sua residenza nel castello dell'isola fu Leonardo Della Rovere, nipote del Papa Sisto IV e marito di Caterina figlia bastarda del re di Napoli Ferdinando I d'Aragona.
I Della Rovere rimasero nel castello fino al 1579 anno in cui Papa Gregorio XIII comprò l'intero ducato di Sora per 100.000 scudi e l'avvenimento fu festeggiato in Roma in forma solenne. Successivamente il ducato fu ampliato con l'acquisto dello stato di Arpino di cui facevano parte Aquino e Roccasecca dai Marchesi d'Avalos.

Fu Jacopo Boncompagni ad ampliare il Castello e abbellirlo, spesso in occasione di matrimoni. Così come i nomi dei Duchi furono iscritti sui portali, gli stemmi delle diverse famiglie imparentate trovano ospitalità nelle fasce decorative e negli stucchi che ornano il piano nobile del Castello. Sono così rappresentati i leoni rampanti degli Sforza con le mele cotogne, le scarpette degli Zapata, lo scudo dei Ruffo, l'aquila e il leone dei Gallio e tutte le imprese araldiche pertinenti alla famiglia Boncompagni. Antonio Maria, ottavo duca di Sora per disagi economici vendette il ducato nel 1796 al Re di Napoli ritirandosi a Roma. Il Castello dell'Isola assurse allora al ruolo di Palazzo Reale e fu talvolta utilizzato da Ferdinando IV.

Nel 1850 fu venduto a Sig. Giuseppe Polsinelli che ne sviluppò l'uso industriale trasformando gli splendidi saloni in sale per la tessitura, la filatura e la tintura della lana. Nel 1924 il sito ormai in abbandono fu acquistato dall'ing. Angelo Viscogliosi che tornando dal Politecnico di Zurigo con in tasca una laurea in Ingegneria Meccanica aveva ben pensato di sfruttare il salto della Cascata Verticale per ricavare energia elettrica utile alla cartiera di famiglia posta a meno di un chilometro di distanza.

A lui, che aveva intuito la primitiva bellezza dei disadorni ambienti industriali, si deve la rinascita del Castello e della cappella di Santa Maria, la piantumazione dei giardini e il restauro della cascata. I figli e i nipoti di Angelo Viscogliosi continuano la sua opera curando manutenzione e restauri, conservando l'uso residenziale del Castello, ed aprendolo al godimento di studiosi e visitatori, come anche la Cappella della Madonna delle Grazie è aperta alla devozione degli Isolani.

Al termine delle nostre visite mattutine avrà luogo la pausa pranzo a Isola del Liri (possibilità di prenotazione del pranzo).

Nel pomeriggio, a breve distanza da Isola del Liri, giungeremo a Collepardo dove visiteremo un altro monumento nazionale, la Certosa di Trisulti, immersa tra secolari boschi di querce in una cornice naturale quasi integra. Risalente originariamente all'anno 996, la certosa venne fondata nel 1204 per volontà di Papa Innocenzo III e affidata, dal 1208, ai monaci Certosini.

Il complesso nel corso dei secoli è stato ampliato e modificato più volte, e si presenta oggi in eleganti linee barocche. Nel piazzale principale si imposta l'antica foresteria realizzata in sile romanico-gotico e chiamato "palazzo di Innocenzo III", che si caratterizza per un elegante portico dove si apre l'antica biblioteca (36.000 volumi), e la chiesa di San Bartolomeo. La chiesa è dedicata alla Vergine Assunta, a san Bartolomeo e al fondatore dei certosini, San Bruno. La struttura ha un'origine gotica ma venne rimaneggiata con importanti cicli decorativi barocchi a cui si aggiunse la bella facciata della fine del Settecento opera dell'architetto pontificio di origine senese Paolo Posi.

La certosa è celebre per l'antica farmacia del XVIII secolo, costituita da ambienti disposti su due livelli; è decorata con realistici trompe-l'œil di ispirazione pompeiana e magnifici armadi settecenteschi. Il salotto d'attesa è detto salottino del Balbi: anch'esso è stato decorato — in maniera molto originale — dal pittore napoletano; il dipinto che ritrae frate Benedetto Ricciardi, all'epoca direttore della farmacia, si distingue per l'elevato realismo e la complessa costruzione prospettica. All'interno della farmacia si possono ancora ammirare, custoditi da secoli all'interno di eleganti armadi, i vasi in cui erano conservate le erbe medicamentose e i veleni estratti dai serpenti.

Estremamente interessante il giardino antistante la farmacia in cui le siepi di bosso ripropongono forme animali: un tempo era l'orto botanico. o per meglio definirlo, il cosiddetto giardino dei semplici per le piante medicinali utilizzate dagli erboristi e farmacisti della farmacia certosina. La Certosa è oggi officiata dai monaci cisterciensi della vicina abbazia di Casamari ed è per questo ancora importante luogo di culto. Dal XIX secolo il complesso architettonico della certosa di Trisulti fa parte dei Monumenti Nazionali dello Stato Italiano.

Infine avremo modo di ammirare la duecentesca abbazia di Casamari, straordinario esempio di architettura cisterciense di matrice francese. L'edificio è circondato dal recinto abbaziale che conduce alla chiesa, spoglia, semplice come richiedeva lo stesso San Bernardo da Chiaravalle. A tre navate in bella pietra da taglio, con la purezza delle forme tipiche dello stile cisterciense, l'architettura della chiesa abbaziale risulta di estremo interesse.

Al termine delle nostre visite partenza in pullman GT per Roma con arrivo previsto alle ore 19.00 ca.

---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
Le informazioni sull'escursione
Tutte le escursioni e i viaggi sono riservate ai membri del Club di Turismo Culturale Italiano [scopri di più]
 

Quota Euro 57.00 p.p. *

La quota comprende:

viaggio in pullman GT A/R, visite guidate, sistemi audio riceventi, spese parcheggio pullman, ztl, iva, imposte e tasse. Biglietti d'ingresso o spese di apertura etc. sono esclusi. Eventuali gratuità/riduzioni saranno considerate al momento dell'acquisto in situ dei biglietti.

Quota valida con minimo 20 partecipanti.
Prenotazione con pagamento anticipato fino a esaurimento dei posti disponibili. La prenotazione è confermata solo al momento del pagamento. Al momento della prenotazione è preciso dovere del partecipante chiedere l'eventuale presenza di biglietti d'ingesso e/o spese di ingresso ai siti oggetto delle visite non indicate alla voce "la quota comprende". Tali eventali importi saranno nel caso raccolti brevi manu nel corso del viaggio.
 
Possibilità di prenotare il pranzo
La quota non comprende tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende".
N.B. Il programma può subire delle modifiche per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà.
Rientro a Roma in serata (pl.le Ostiense unica fermata)
 
* la quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d'ingresso/accessi/prenotazioni, per variazioni delle tariffe aeree/ferroviarie/pedaggi autostadali, mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti (in tale caso l'adeguamento previsto dalla normativa non potrà essere superiore all'8% delimpoto dell'escursione/viaggio), variazione dei tassi di cambio, se il pagamento della prenotazione avviene oltre i termini indicati, o per altri motivi [leggi]. In ogni caso eventuali variazioni saranno, da parte dell'organizzatore, preventivamente comunicate.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Normativa sulla Tutela, trattamento dei dati personali (Privacy)
   
Si informa che i dati da lei comunicati al fine garantirle la partecipazione alle attività in programma (visite guidate, escursioni, viaggi, gran tour, cicli di incontri etc.), saranno trattati nell'assoluto rispetto della normativa vigente (Regolamento UE n. 2016/679 “GDPR”) [leggi]
   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Appuntamento alla partenza
   
App.to ore 8.00 in piazzale Ostiense, alle Mura Aureliane.
Clicca qui per vedere il luogo di partenza sulla mappa
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Viaggio in pullman
   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Mappa di viaggio
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Meteo
 
per conoscere le previsioni meteo dei luoghi delle nostre visite clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Cosa sapere prima di prenotare e di partire
   
cosa sapere prima di prenotare escursioni di un giorno (informazioni sulle modalità di prenotazione, cancellazione, penalità etc. ) clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Prenotazioni
   
se desideri prenotare questo viaggio o avere maggiori informazioni clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Scarica il programma di Turismo Culturale Italiano
 
scarica il programma completo delle nostre attività in pdf  
 
 
Normativa
 
Viaggio conforme alle direttive internazionali sul Turismo e del Codice del Turismo D.Lgs. 79/2011.
Aut.ne: Det.ne Dirigenziale R.U. Provincia di Roma n. 806 del 25/02/2013.
Garanzia Assicurativa Responsabilità Civile Organizzatori e intermediari Agenti di Viaggio "Amissima Assicurazioni Spa" - Polizza n° 801156528.
Nel rispetto di quanto richiesto dalla normativa (Codice del Turismo), in ottemperanza agli obblighi di legge derivanti dal DL 79 del 23 maggio 2011 - art. 50 comma 2 e comma 3 e successive modifiche/integrazioni, Turismo Culturale Italiano ha contratto adeguata polizza assicurativa con Filo Diretto Assicurazioni Spa (Polizza numero  5002002211/L  Consorzio FOGAR- FIAVET), in grado di sostituire la funzione svolta fino a tale data dal fondo di garanzia “pubblico”.
 
 
 
___________________________________________________________________________
turismo culturale italiano srl a socio unico - tour operator - C.F. e P.I. 11922481004 - REA RM 1337161
Visite Guidate, Viaggi d’Arte, Itinerari, Gran Tour, Viaggi Culturali, Conferenze, Incontri, Concerti...
Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, immagini, foto, disegni senza l'espressa autorizzazione - All rights reserved.
___________________________________________________________________________