Benvenuto nel sito di Turismo Culturale Italiano, il Primo Operatore di Turismo Culturale d'Italia
 
Statistiche
l
l
l
l
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________

pagina aggiornata al 28/09/2018

_________________________________
   
scopri la programmazione
_________________________________
 
visite guidate
  visite a palazzi, ville, mostre
   
viaggi di gruppo
  escursioni, viaggi e tours
   
incontri
  conferenze, concerti, corsi
   
catalogo
  scarica i nostri programmi pdf
   
archivio
  visita il nostro archivio
   
galleria
  le nostre immagini più belle
   
e-lettere
  ricevi le notizie periodiche con posta elettronica
   
ultime notizie
  novità dalla redazione
   
prenotazioni
 
come prenotare la tua visita, il tuo viaggio...
   
   
   
scopri il nostro prossimo tour... leggi
 
 
 
   
   
 
cerca sulla mappa le prossime destinazioni dei nostri viaggi... leggi
 
 
Rispettare l'ambiente in ogni sua forma, l'uomo e il patrimonio culturale ... leggi
 
Firma la Petizione
RESIDENZE BORBONICHE Patrimonio dell'Umanità: APPELLO - PROPOSTA di candidatura per la lista UNESCO
 
 
 
Se desideri fare un regalo originale puoi scegliere ... leggi
 
 
associato
  Borghi murati, via della Transumanza, antichi castelli lungo il Tratturo Magno
 
 
Gioielli d'Italia da Scoprire. Borghi e Castelli della Piana dei Navelli
 
Una giornata in Abruzzo in una realtà da valorizzare
   
  Domenica 25 Novembre 2018
 
 
 
I colori dell'Autunno, le magiche atmosfere dei borghi murati, l'"erbal prato silente" di D'Annunzio. La Piana dei Navelli, con i suoi celebri campi coltivati a zafferano, unitamente alle bellezze create dall'uomo quali il poderoso castello Piccolomini di Capestrano si allineano lungo la strada di fondovalle dell'antica via della Transumanza. Visiteremo i borghi di Navelli, Fontecchio, Bominaco, Caporciano...
 
 
 

programma

 

Sabato 25 Novembre 2018

Appuntamento con i partecipanti in p.le Ostiense, alle mura aureliane e partenza in pullman GT per l'Abruzzo. Lungo il percorso in autostrada sarà effettuata una sosta caffè in autogrill.

L'itinerario condurrà in un altipiano posto a circa 600/700 metri slm, a sud dell'Aquila, lungo quella strada, l'attuale Strada Statale 17, l'Appulo - Sannitica, che attraversa, oggi come allora, da nord a sud la cosiddetta Piana dei Navelli. In questo tratto la strada era chiamata il "Tratturo Regio" o "Tratturo Magno", strada che ripercorre il tracciato romano dell'antica via Claudia Nova. Questa importantissima arteria d'epoca romana collegava la piana di Foggia con l'Aquila e il sistema montuoso appenninico, per poi proseguire verso nord innestandosi sulla via Salaria e sulle altre arterie che scendevano a pettine dagli Appennini.

La Piana di Navelli, un altopiano carsico è posto tra i massicci del Gran Sasso d'Italia, del gruppo del Sirente-Velino, della Majella e la Valle Peligna. Lungo questo percorso scorrevano antiche strade poi utilizzate anche come vie di Transumanza verso sud. La piana, già abitata in epoca preromana dai Pelti, dopo la conquista di Roma subì incursioni gote, saracene, longobarde. Uno tra i siti più importanti in grado di narrare le pagine di storia del luogo risale al X secolo quado venne fondata la chiesa di San Paolo di Peltuinum, costruita con i resti di un tempio romano.

Negli anni del dominio longobardo iniziò la fase feudale dell'incastellamento che in quest'area interessarono soprattutto la realizzazione di castelli posti su alture montuose o a dpminio di passi, vallate e guadi. In quest'area tra gli altri sorgeranno Castello di Bominaco, il Castello – recinto di San Pio delle Camere, il borgo di Castel Camponeschi a Prata d'Ansidonia e quello di Caporciano. Nel 1254 Navelli, San Pio delle Camere, Bominaco e Castel Camponeschi partecipano alla fondazione dell'Aquila, che scatenerà poco dopo, nella guerra feudale dell'Aquila del 1424 tra Angioini e Aragonesi, il comandante Braccio da Montone alla violenza per vendicarsi della fedeltà che le popolazioni dei borghi prestarono agli Angioini, distruggendo i borghi fedeli a questi ultimi.

Inizieremo le nostre visite dalla veduta dell'incantevole borgo murato di San Pio delle Camere, raro esempio di castello recinto a includere entro le proprie mura un centro abitato, così come avvenuto nella più famosa Marostica, in Veneto. Circondato da un mandorleto, il borgo cinto dalle mura castellari si articola lungo il crinale del colle sul quale è costruito. Il borgo era un importantissimo centro di sosta e ricovero per i pastori ed il bestiame nei momenti dell'esodo della Transumanza verso sud. La rocca o castello posta in alto al vertice delle mura, risale 1173 come punto di controllo di San Pio e Castelnuovo. Venne distrutta tempo dopo dalle truppe comandate da Braccio di Montone. Nel 1290 il castello ospitò papa Celestino V nella sua visita dell'Aquila.

Proseguiremo verso la vicina cittadina di Prata d'Ansidonia, sorta forse sul primitivo insediamento italico vestino sorto lungo la via Claudia Nova. Sulla parte alta del paese, a guardia della Piana dei Navelli, sorge il nuovo castrum di Castel Camponeschi, fondato nell'VIII secolo , mentre la vecchia Peltuinum veniva saccheggiata per la costruzione del castello di Civitas Sidonia. Rappresenta il tipico castrum medievale, composto dalle mura, fuse con le case, in modo da garantire una protezione del villaggio fortificato, a guardia della valle di Navelli. Il borgo passò nel 1173 in mano alla famiglia Camponeschi e nel 1508 passò agli Orsini che avevano iniziato un'importante serie di acquisizioni ne luogo. Il borgo ed il castello furono abitati sino al 1963, quando gli abitanti lo abbandonarono definitivamente e si trasferirono a Prata. Da quel momento, disabitato, il borgo è un romantico ed affascinante memoriale urbano.

Giungeremo ad un piccolo gioiello urbanistico murato con pietre, porticati, rampe, palazzetti, eleganti portali, oratori e dominato da un'alta torre: il piccolo incantevole borgo di Fontecchio.

Poco distante si trova il borgo di Caporciano che introduce a Bominaco, in una cornice ambientale di rara bellezza. Qui visiteremo l'abbazia di San Pellegrino, forse fondata da Carlo Magno  di passaggio in   Abruzzo; mostra al suo interno affreschi di scuola abruzzese del XII secolo, fra i più vasti ed integri complessi pittorici dell'epoca, essi rappresentano episodi di storia sacra: l'Infanzia di Cristo, la Passione, il Giudizio e la vita di  San Pellegrino. Ma gli affreschi più interessanti sono quelli lungo la parete destra: descrivono un calendario monastico, accanto ad un'immagine allegorica del Santo principale del mese o dell'attività agricola c'è una pagina bianca con i giorni e le memorie liturgiche, con particolare riferimento ai Santi dell'Ordine benedettino.

Pausa pranzo in ristorante a Bominaco (vivamente consigliato).

Sempre a Bominaco visiteremo la chiesa di Santa Maria Assunta tutta decorata con straordinari affreschi che rivestono le pareti. Ma ancor più notevole è la decorazione lapidea, individuabile nei capitelli delle robuste colonne e soprattutto nell'arredamento liturgico: oltre ad un ambone del   1180 su quattro colonne caratterizzate da capitelli sfarzosi - di certo l'opera migliore - vi sono anche il cero pasquale, la cattedra abbaziale e il ciborio.

Proseguiremo le visite per il borgo di Navelli, che dà il nome a tutta la piana. Il borgo fa parte dell'associazione dei Borghi più Belli d'Italia per la sua eccezionale conformazione urbanistica. Il borgo presenta una struttura urbana consolidata, con le costruzioni arroccate su un alto sperone roccioso sulla cui sommità sorge il cinquecentesco Palazzo Baronale Santucci, realizzato utilizzando le strutture di un antico castello longobardo in rovina. La parte più antica del borgo è contraddistinta da una ripida rampa cordonata sulla quale confluisce una fitta rete di vicoli di grande bellezza, arricchiti dalla presenza di palazzi, archi, piccole cappelle, loggiati rinascimentali e residue porte di accesso al borgo. Palazzi, chiese, chiostri, piazzette, mura, scalinate, archi e sott'archi, porte e porticati: Navelli è tutta da scoprire.

Proseguimento infine per l'ultima visita della nostra escursione che ci condurrà alla scoperta di Capestrano, borgo d'arte ubicato nel Parco Nazionale del Gran Sasso-Monti della Laga. Il toponimo è di origine altomedievale, derivante da un insediamento detto Caput Tritanum, in riferimento allo spostamento in sito elevato del primo insediamento di epoca romana. Nel secolo IX il territorio venne posto sotto la giurisdizione del Monastero benedettino di San Pietro in Trite, detto poi ad Oratorium, operante a sua volta sotto la giurisdizione del Monastero di S. Vincenzo al Volturno, da cui dipendeva. Nel 1284 il feudo passò agli Acquaviva per concessione di Carlo I d'Angiò mentre più tardi, agli inizi del secolo XIV, fu compreso, da Carlo III di Durazzo, nella Contea di Celano e attraverso le signorie di Leonello Acclozamora e dei Piccolomini, pervenne nel 1566 ai De Medici.

L'antico centro medievale fortificato è dominato dall'imponente castello dei Piccolomini d'Aragona che passò poi ai Medici. Il borgo mostra una sovrapposizione di architetture medievali e rinascimentali, con diversi edifici di pregevole fattura. A vicende ben più antiche e a una storia millenaria fa pensare il ritrovamento, nei pressi delle vicine sorgenti del Tirino, della gigantesca statua del guerriero italico, il celebre e maestoso "Guerriero di Capestrano", una delle opere più monumentali dell'arte italica. Nel suggestivo centro abitato spiccano, oltre al castello, le chiese di S. Maria della Pace e di Santa Caterina e i palazzi Cataldi, Capponi, Carli e Trecca.

Al termine delle nostre visite partenza in pullman GT privato per Roma con arrivo previsto in prima serata. Lungo il percorso effettueremo una breve sosta in autogrill in autostrada.

---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
Le informazioni sull'escursione
Tutte le escursioni e i viaggi sono riservate ai membri del Club di Turismo Culturale Italiano [scopri di più]
 

Quota Euro 66.00 p.p. *

La quota comprende:

viaggio in pullman GT A/R, visite guidate, sistemi audio riceventi, spese parcheggio pullman, ztl, iva, imposte e tasse. Biglietti d'ingresso o spese di apertura etc. sono esclusi. Eventuali gratuità/riduzioni saranno considerate al momento dell'acquisto in situ dei biglietti. .

Quota valida con minimo 25 partecipanti.
Prenotazione con pagamento anticipato entro il 26/11/2018 e fino a esaurimento dei posti disponibili. La prenotazione è confermata solo al momento del pagamento. Al momento della prenotazione è preciso dovere del partecipante verificare se la quota di vendita include eventuali biglietti d'ingresso, chiedere dell'eventuale presenza di biglietti d'ingesso e/o spese di ingresso ai siti oggetto delle visite non indicate alla voce "la quota comprende". Tali eventali importi saranno nel caso raccolti brevi manu nel corso del viaggio.
 
Possibilità di prenotare il pranzo di gruppo in ristorante. La prenotazione del pranzo deve essere comunicata al momento della prenotazione del viaggio stesso. Non è possibile aggiungersi sul posto all'ultimo momento. Si informa che i menù sono necessariamente fissi pertanto qualsiasi forma di intolleranza, allergia, dieta e regime alimentare particolare deve obbligatoriamente essere comunicato al momento della prenotazione del pranzo. Il pagamento del pranzo potrà avvenire brevi manu il giorno stesso del viaggio. La prenotazione del pranzo non è obbligatoria ma consigliata. In alternativa è certamente possibile organizzare un pranzo al sacco da casa o cercare per proprio conto in situ la migliore soluzione. Quando è offerta la possibilità del pranzo in gruppo è necessario considerare che probabilmente il luogo che ci ospita potrebbe essere non attrezzato al ricevimento di gruppi numerosi di persone, o non avere un numero di ristoranti, di punti di ristoro o bar adeguati e suffucienti, o potrebbero essere al completo oppure chiusi. Ciò vale soprattutto in piccoli centri di provincia, luoghi isolati quali castelli e abbazie etc. e quando si viaggia fuori stagione. Si ricorda che la prenotazione del pranzo è un servizio di cortesia offerto ai partecipanti al viaggio.
 
La quota non comprende tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende".
N.B. Il programma può subire delle modifiche per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà.
Rientro a Roma in serata (pl.le Ostiense unica fermata)
 
* la quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d'ingresso/accessi/prenotazioni, per variazioni delle tariffe aeree/ferroviarie/pedaggi autostadali, mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti (in tale caso l'adeguamento previsto dalla normativa non potrà essere superiore all'8% delimpoto dell'escursione/viaggio), variazione dei tassi di cambio, se il pagamento della prenotazione avviene oltre i termini indicati, o per altri motivi [leggi]. In ogni caso eventuali variazioni saranno, da parte dell'organizzatore, preventivamente comunicate.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Normativa sulla Tutela, trattamento dei dati personali (Privacy)
   
Si informa che i dati da lei comunicati al fine garantirle la partecipazione alle attività in programma (visite guidate, escursioni, viaggi, gran tour, cicli di incontri etc.), saranno trattati nall'assolto rispetto della normativa vigente (Regolamento UE n. 2016/679 “GDPR”) [leggi]
   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Appuntamento alla partenza
   
App.to ore 7.30 in piazzale Ostiense, alle Mura Aureliane.
Clicca qui per vedere il luogo di partenza sulla mappa
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Viaggio in pullman
   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Mappa di viaggio
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Meteo
 
per conoscere le previsioni meteo dei luoghi delle nostre visite clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Cosa sapere prima di prenotare e di partire
   
cosa sapere prima di prenotare escursioni di un giorno (informazioni sulle modalità di prenotazione, cancellazione, penalità etc. ) clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Prenotazioni
   
se desideri prenotare questo viaggio o avere maggiori informazioni clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Scarica il programma di Turismo Culturale Italiano
 
scarica il programma completo delle nostre attività in pdf  
 
 
Normativa
 
Viaggio conforme alle direttive internazionali sul Turismo e del Codice del Turismo D.Lgs. 79/2011.
Aut.ne: Det.ne Dirigenziale R.U. Provincia di Roma n. 806 del 25/02/2013.
Garanzia Assicurativa Responsabilità Civile Organizzatori e intermediari Agenti di Viaggio "Amissima Assicurazioni Spa" - Polizza n° 801156528.
Nel rispetto di quanto richiesto dalla normativa (Codice del Turismo), in ottemperanza agli obblighi di legge derivanti dal DL 79 del 23 maggio 2011 - art. 50 comma 2 e comma 3 e successive modifiche/integrazioni, Turismo Culturale Italiano ha contratto adeguata polizza assicurativa con Filo Diretto Assicurazioni Spa (Polizza numero  5002002211/L  Consorzio FOGAR- FIAVET), in grado di sostituire la funzione svolta fino a tale data dal fondo di garanzia “pubblico”.
 
 
 
___________________________________________________________________________
turismo culturale italiano srl a socio unico - tour operator - C.F. e P.I. 11922481004 - REA RM 1337161
Visite Guidate, Viaggi d’Arte, Itinerari, Gran Tour, Viaggi Culturali, Conferenze, Incontri, Concerti...
Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, immagini, foto, disegni senza l'espressa autorizzazione - All rights reserved.
___________________________________________________________________________