Benvenuto nel sito di Turismo Culturale Italiano, il Primo Operatore di Turismo Culturale d'Italia
 
Statistiche
l
l
l
l
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________
pagina aggiornata al 3/02/2018
_________________________________
   
scopri la programmazione
_________________________________
 
visite guidate
  visite a palazzi, ville, mostre
   
viaggi
  escursioni, viaggi e tours
   
incontri
  conferenze, concerti, corsi
   
catalogo
  scarica i nostri programmi pdf
   
archivio
  visita il nostro archivio
   
galleria
  le nostre immagini più belle
   
e-lettere
  ricevi le notizie periodiche con posta elettronica
   
ultime notizie
  novità dalla redazione
   
prenotazioni
 
come prenotare la tua visita, il tuo viaggio...
   
   
   
   
   
scopri il nostro prossimo tour... leggi
 
cerca sulla mappa le prossime destinazioni dei nostri viaggi... leggi
 
 
la risposta alle tue domande ... leggi
 
 
per essere sicuri su cosa acquistate e a chi vi affidate ... leggi
 
 
Rispettare l'ambiente in ogni sua forma, l'uomo e il patrimonio culturale ... leggi
   
Firma la Petizione
RESIDENZE BORBONICHE Patrimonio dell'Umanità: APPELLO - PROPOSTA di candidatura per la lista UNESCO
 
 
 
Se desideri fare un regalo originale puoi scegliere ... leggi
 
 
associato
 
 
noi sosteniamo
 
 
Tradizione, paesaggio, archeologia, passione...
   
   

Viaggio di Pasqua in Sicilia Occidentale

La Processione del Venerdì Santo dei Misteri di Trapani , le Saline, l'Isola di Mozia, l'Isola di Favignana, Segesta, Selinunte, il Satiro Danzante di Mazara del Vallo, le cantine di Marsala...
 
 
Viaggio su Misura
Giovedì 29 Marzo / Lunedì 2 Aprile 2018
 
 
 
 
itinerario culturale di qualità
"La purezza del contorno, la morbidezza dell'assieme, il digradare dei toni, l'armonia del cielo, del mare e della terra. Chi ha visto tutto questo, non lo dimentica più... È in Sicilia che si trova la chiave di tutto.” (Johann Wolfgang von Goethe)
   
 
 
 

 

Il Programma di Viaggio
   

Giovedì 29 Marzo 2018

Appuntamento dalle ore 6:40 con i partecipanti al viaggio all'aeroporto int.le L. da Vinci di Roma Fco, terminal 1, partenze internazionali, banco gruppi Alitalia, procedure di imbarco sul volo per Palermo con partenza prevista alle ore 8:25 ed arrivo previsto alle ore 9:30.

Arrivo a Palermo e partenza in pullman per Segesta, celebre per il Tempio e il Teatro del V sec. a.C. che sorgono su un poggio al centro di una suggestiva vallata.

Lo storico greco Tucidide narra che i profughi troiani, attraversando il Mar Mediterraneo, giunsero fino in Sicilia e fondarono Segesta ed Erice. Questi profughi presero il nome di Elimi. Secondo il mito, Segesta sarebbe stata fondata da Aceste (che ne fu il primo re), figlio della nobile troiana Egesta e del dio fluviale Crimiso. Segesta fu distrutta dai Vandali nel V secolo, e mai più ricostruita nelle dimensioni del periodo precedente. Ciononostante, vi rimase un piccolo insediamento e, dopo la cacciata degli Arabi, i Normanni vi costruirono un castello. Questo, ampliato in epoca sveva, fu il centro di un borgo medievale. Se ne perse poi quasi il nome fino al 1574, quando lo storico domenicano Tommaso Fazello, artefice dell'identificazione di diverse città antiche della Sicilia, ne localizzò il sito. Le testimonianze archeologiche magnogreche sono di assoluta bellezza e suggestione, il tempio e il teatro. Le nostre visite inizieranno proprio dal celebre tempio.

Il tempio di Segesta, uno dei monumenti più perfetti a noi giunti dall'antichità, si innalza, in maestosa solitudine, su un poggio circondato da un profondo vallone incorniciato da Monte Bernardo e Monte Barbaro, sul quale si trova il teatro. Eretto nel 430 a.C., il tempio è un elegante edificio dorico dalle proporzioni di una rara armonia. Il peristilio ha conservato quasi completamente intatte le 36 colonne, in magnifico calcare di una tinta dorata e prive di scanalature. Venne costruito sulla cima di una collina a ovest della città, fuori dalle sue mura. Per la sua fattura e per il suo attuale stato di conservazione, può considerarsi uno fra i templi più belli dell'antichità. Recentemente sono state trovate tracce della cella, interrate all'interno del tempio, insieme a tracce di costruzioni precedenti. A questo si aggiunge il mistero della sua destinazione, visto che non è stato ritrovato alcun elemento.

Una suggestivo percorso che sale verso il teatro - che effettueremo comodamente in navetta - offre una magnifica vista anche sul tempio. Qui giunti ammireremo dunque il teatro, realizzato a circa 440 metri di altezza da dove si ammira un magnifico panorama sul tempio e soprattutto sulle verdi vallate circostanti. Edificato nel III secolo a.C., in periodo ellenistico ma sotto la dominazione romana, è costituito da un perfetto e vasto emiciclo di 63 metri di diametro, sistemato, come vuole la tradizione greca, su un pendio roccioso. I gradini sono orientati verso le colline dietro le quali, sulla destra, si intravede il Golfo di Castellammare. Ogni due anni, in estate, il teatro rivive, si riempie di spettatori pronti ad assaporare, in un legame senza tempo, le grandi tragedie e commedie che avvincevano gli Antichi.

A seguire ci trasferiremo in ristorante per la pausa pranzo.

Nel pomeriggio proseguiremo l'itinerario con la visita di Erice a cui dedicheremo l'intero pomeriggio. La sua fisionomia pittoresca, con le strette e tortuose vie, gli edifici medioevali, lo splendido panorama, uno dei più celebrati della Sicilia, la dolcezza del clima ne fanno una importante meta di visita. Meravigliosa sintesi di arte, storia e paesaggio, la cittadina di Erice conserva praticamente intatto il suo centro medievale, perfettamente integrato con la morfologia del monte ed armoniosamente fuso con la splendida natura circostante.

L'impianto urbano ha perfetta forma triangolare ed è delimitato sul lato occidentale da mura ciclopiche, interrotte da torrioni e da tre porte normanne: porta Spada, porta del Carmine e porta Trapani. A sud-est dell'abitato si trova il bellissimo giardino del Balio, all'interno del quale svetta il castello Pepoli, costruito in età normanna e largamente modificato nel XIX sec. per essere trasformato in villa. Risale invece al XII sec. il castello di Venere: una tipica fortezza medievale costruita nell'area ove un tempo doveva sorgere l'antico santuario di Venere Ericina. Erice accoglie più di sessanta chiese, alcune delle quali documenti architettonici di grande pregio e preziosa testimonianza storica: tra queste la chiesa di San Martino, di San Cataldo, di San Giuliano, di San Giovanni Battista. La chiesa di San Giuliano fu costruita dai normanni intorno all'anno Mille e trasformata nel secolo XVII; interessante per la sua facciata di pietra rosa. Tra le chiese primeggia la Matrice, dedicata all'Assunta ed eretta nei primi anni del XIV secolo cui si aggiunse successivamente il protiro gotico davanti allo straordinario portale ogivale.

Al termine trasferimento in pullman GT in albergo a Marsala, Gran Hotel Palace (cat. 5*), assegnazione delle camere riservate.

Cena in ristorante e pernottamento.

 

Venerdì 30 Marzo 2018

Prima colazione a buffet in albergo.

In mattinata visita di Marsala, il maggior centro di produzione vinicola della Sicilia e patria del celebre vino. Fondata nel 397 a.C. dai Fenici fu uno dei porti più importanti del Mediterraneo. Nella storia del Risorgimento, Marsala è celebre per lo sbarco dei Mille, condotto da Garibaldi l'11 maggio 1860.

Marsala conserva ancora oggi l'articolazione originale dell'asse viario, sviluppato secondo un disegno tipico dell'età ellenistica (per strigas, vie parallele e ortogonali, in contrapposizione con il modello romano per cardi e decumani). Questo quadrilatero, delimitato anticamente da una cinta muraria della quale restano quattro cinquecenteschi bastioni, racchiude il centro storico con il cinquecentesco quartiere spagnolo, che oggi ospita gli uffici del comune, il Palazzo VII aprile, costruito tra il ‘500 e il ‘600 dove in precedenza si trovava la Loggia dei Pisani, oggi sede del consiglio comunale. Bella la chiesa madre, con la maestosa facciata barocca, ricostruita, a partire dal 1600, sull'impianto normanno del 1176 e dedicata a San Tommaso di Canterbury; il monastero cinquecentesco di San Pietro, nell'antico quartiere ebraico. Il tessuto artistico conserva anche il medievale convento del Carmine e molte altre chiese, conventi, palazzi gentilizi di notevole valore storico, artistico e architettonico, costruiti in gran parte tra il XVI e il XVIII secolo. Visiteremo anche il Museo della Nava Punica.

Proseguimento per Trapani. Le origini di Trapani sono così antiche che affondano nella leggenda. La morfologia peculiare dell'area geografica e la vicinanza con Eryx ne fecero ben presto un topos letterario piuttosto ricercato. La mitologia vuole che la città di Trapani sia stata originata dalla falce caduta a Cerere mentre sul carro trainato da serpi alati correva per il mondo alla ricerca della figlia rapita dal dio Ade. Per alcuni ricercatori, la città dei Feaci - Scherie - descritta nell'Odissea di Omero sarebbe proprio l'odierna Trapani. Nell'Eneide, Virgilio racconta le avventure dell'eroe troiano Enea e, fra esse, quella che lo portò a Drepano (Trapani) in Sicilia, accolto da Aceste, figlio di Crimiso e di Egesta. Qui, morì Anchise e qui il pio eroe seppellì la salma del padre sul monte Erice tornandovi successivamente.

Pausa pranzo libera a Trapani.

Assisteremo alla celebre processione dei Misteri, forse la più pittoresca, sentita e scenografica processione del Venerdì Santo d'Italia.

A fine visite rientro in pullman a Marsala.

Cena - degustazione in cantina. La cena costituirà un'occasione per comprendere lo sviluppo dell'industria vinicola, introdotta da John Woodhouse nel 1773, seguito a breve dalla famiglia Florio.

Sabato 31 Marzo 2018

Prima colazione a buffet in albergo.

Trasferimento in pullman GT a Marsala e partenza dal porticciolo di Marsala per l'isola di Favignana con motonave riservata.

Favignana, fin dal paleolitico superiore (10.000 a.C.), si è rivelata come sicuro rifugio per l'uomo, del quale, nel corso degli anni, sono state trovate evidenti tracce nei pressi delle grotte del faraglione e nella grotta del pozzo in zona San Nicola. La stessa zona ospitò, attorno l'VIII secolo a C., i fenici dei quali sono tuttora visibili grotte di abitazione e di uso funerario. Le acque delle Egadi furono teatro delle celebri guerre puniche, che decretarono la supremazia dell'Impero Romano nei confronti del popolo cartaginese, con la conseguente conquista della Sicilia, che divenne a tutti gli effetti provincia romana.

A Favignana effettueremo un giro in barca nelle cale per ammirare meravigliosi anfratti e grotte. Sbarcheremo per visitare il piccolo borgo dei pescatori, il palazzo Florio e la tonnara risalente al 1874, quando Ignazio Florio acquistò le Egadi per tre milioni dalla famiglia Pallavicino, impiantò il maggior stabilimento europeo per la lavorazione del pesce e rafforzò la mattanza. All'interno degusteremo i prodotti tipici di tonnara. In navigazione del ritorno a Marsala effettueremo un pranzo a bordo con prodotti tipici.

Rientro a Marsala.

Cena in ristorante e pernottamento in hotel.

Domenica 1° Aprile 2018

Prima colazione a buffet in albergo.

Partenza per Selinunte, uno dei capisaldi di un viaggio in Sicilia per la grandiosità incomparabile delle rovine archeologiche che offrono un quadro della vita di una città greca del V sec. a.C. Alla profonda impressione che esse destano contribuisce la solitudine del luogo, il vicino mare, l'indescrivibile colore del paesaggio. La città di Selinunte sorge su un promontorio, poco distante dal mare, tra Marsala e Agrigento. Dapprima abitata dai Sicani e poi dai Fenici, fu colonia greca a partire dalla metà (o dalla fine) del VI sec. a. C. Il parco archeologico di Selinunte è oggi considerato il più ampio ed imponente d'Europa: si estende per 1740 km quadrati e comprende numerosi templi, santuari e altari.

Su una collina situata ad est della cittadina, più internata rispetto all'acropoli, si innalzano altri 3 templi. Nella civiltà greca il centro di tutta l'architettura era il tempio, dimora della divinità, del sacro e dell'eterno. Nell'architettura templare greca, le singole parti dovevano contribuire in maniera organica a dare al tutto il senso di ordine, perfezione e immutabilità. I templi di Selinunte sono costruiti tutti secondo i canoni dell'ordine dorico, lo stile architettonico greco più antico, le cui caratteristiche principali sono la semplicità e l'essenzialità, che dànno il senso dell'ordine e dell'immortalità divina, contrapposte alla fugacità e al caos del mondo sensibile.

Pausa pranzo in ristorante.

Nel pomeriggio si prosegue alla volta di Mazara del Vallo, uno dei maggiori centri d'Italia per la pesca d'altura, città in cui culture diverse convivono con tolleranza. Visiteremo piazza Mokarta, di fronte al mare con i resti del castello Normanno, la Cattedrale, con le cupole arabe a maioliche, dove sorgeva la Moschea, il Palazzo Senatorio e infine ci addentreremo nella Kasbah, con i vicoli che si intrecciano, i negozietti, i cortili e le piazze.

Tappa imperdibile di questo nostro viaggio sarà costituita dlla visita del complesso museale della ex chiesa di Sant'Egidio che ospita la statua del Satiro Danzante, recuperata nel Canale di Sicilia da un peschereccio mazarese nel 1998.

La preziosa statua bronzea, databile sul finire del IV secolo a.C. ed attribuibile alla scuola del grande artista, Prassitele, è esposta nel Museo di Sant'Egidio di Mazara del Vallo, ubicato  edificio di rilevante interesse architettonico: una chiesa sconsacrata che fu costruita tra gli inizi del 1500 e la fine dello stesso secolo. Ospita la preziosa statua dal 2005, quando alla fine del restauro, effettuato dall'Istituto Centrale per il Restauro di Roma, il Satiro rientra a Mazara del Vallo. La statua bronzea venne rinvenuta in due fasi:  nella primavera del 1997 venne alla luce la gamba sinistra ed il 4 marzo del 1998  il corpo privo dell'altra gamba e delle braccia , entrambi recuperati dal motopesca mazarese Capitan Ciccio, al comando di Francesco Adragna.  Si ipotizza che la statua facesse parte di un carico di una nave naufragata tra la Sicilia e Capo Bon in un periodo di grande diffusione del commercio antiquario nell'antichità. Il Satiro è colto nel momento dell'estasi della danza orgiastica, ruotava sulla gamba destra impugnando i simboli del culto, nella sinistra il kantharos  (calice per il vino) e nella destra la canna del tirso ornata da un nastro e coronata da una pigna, portava sulla spalla una pelle di pantera.

Rientro in pullman in albergo a Marsala.

Cena in ristorante e pernottamento.

Lunedì 2 Aprile 2018

Prima colazione a buffet in albergo.

Partenza in pullman GT per Mozia. Fondata dai Fenici intorno al VIII a.C., Mozia è un'isola di 45 ettari dal cui sottosuolo affiorano i resti di una antica civiltà rinomata per il commercio e la produzione di tessuti tinti.

Mozia è raggiungibile dal mare con una barca e con la bassa marea da una strada subacquea ancora percorribile a 50 cm di profondità. E' un luogo ricco di fascino e magia. Mozia, fondata alla fine dell'VIII sec. a.C., per la sua posizione felice dovuta anche alla vicinanza con l'Africa e punto di transito obbligato per le rotte commerciali verso la Spagna, la Sardegna e l'Italia Centrale, divenne ben presto una delle più floride colonie fenicie del Mediterraneo.
La presenza in Sicilia dei Greci, con cui i Fenici avevano scambi commerciali ma anche contatti non sempre amichevoli, causò guerre che con alterne vicende provocarono infine la distruzione di Mozia ad opera di Dionisio di Siracusa nel 397a.C. Da allora i superstiti si trasferirono sulla costa siciliana, fondando la città di Lilibeo l'odierna Marsala. L'isola non rimase però del tutto disabitata come dimostrano numerose evidenze archeologiche riscontrate nel corso degli scavi.
I reperti più significativi degli scavi di Mozia sono esposti nel piccolo Museo Archeologico ivi creato da Giuseppe Whitaker, uomo di raffinata cultura, appassionato studioso di scienze naturali, storia e archeologia, che nei primi anni di questo secolo acquistò l'isola e vi condusse i primi scavi sistematici. A questo illustre membro di una ricca famiglia inglese che aveva industrie e commerci in Sicilia, si deve il primo fondamentale impulso per la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio archeologico di Mozia.

Al termine delle visite mattutine imbarco da Mozia, sbarco e trasferimento per proseguire per la "Via del Sale", un itinerario che costeggia il mare e le saline, da cui emergono i mulini a vento molti dei quali ancora funzionanti. Tra questi l'antico Mulino di Nubia nell'area delle famose Saline di Trapani all'interno della Riserva Regionale Saline di Trapani e Paceco. Il geografo arabo al-Idrisi documenta la presenza delle saline già nel periodo della dominazione normanna in Sicilia. La Riserva comprende una fascia costiera estesa quasi mille ettari al confine tra i comuni di Trapani e Paceco. Gran parte della Riserva è costituito da saline in cui viene tuttora praticata la estrazione del sale secondo le tecniche tradizionali in uso da secoli. Di notevole impatto paesaggistico la presenza di numerosi mulini a vento utilizzati per pompare l'acqua tra i bacini. Il sito si caratterizza per il fatto di essere una delle più importanti aree umide costiere della Sicilia occidentale, ambiente di sosta di numerose specie di uccelli migratori.

Dopo la pausa per il pranzo trasferimento in pullman GT per l'aeroporto int.le di Palermo. Procedure di imbarco sul volo di linea Alitalia diretto per Roma Fco con partenza prevista alle ore 19:20 ed arrivo alle ore 20:30.

---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Le informazioni sul viaggio
 
Tutte le escursioni e i viaggi sono riservate ai membri del Club di Turismo Culturale Italiano. Iscriversi è semplicissimo e puoi farlo al momento della prenotazione del viaggio con validità al 31/12/2018 [scopri di più]
 
Quota Euro 1245.00 p.p.* (supplemento camera doppia uso singola Euro 215.00 - camere limitate)*

La quota comprende:

viaggio in aereo A/R Roma Fco/ Palermo (tasse aeroportuali escluse), 1 bagaglio da stiva di 23 kg incluso, trasferimenti in pullman GT privato per aeroporto/hotel, trasferimenti in pullman privato GT per tutte le visite del programma (standard di viaggio 2 posti p.p.), tutti i biglietti d'ingresso / spese di apertura dei siti indicati, spese di prenotazione, sistemi audio per le visite, navigazione A/R per Favignana, navigazione A/R per Mozia, visite guidate a cura di guide-conferenziere locali, accompagnatore di Turismo Culturale Italiano da Roma, pernottamenti in hotel cat. 5*, prime colazioni a buffet, tutte le cene in ristorante, una cena in cantina, i pranzi in ristorante lungo il percorso indicati nel programma incluso il pranzo di Pasqua, di Pasquetta e a Favignana, tassa di soggiorno, assicurazione assistenza medica/bagaglio/R.C., spese parcheggio pullman, iva, imposte e tasse.

Quota valida con minimo 20 partecipanti
La quota non comprende tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende".
N.B. Il programma può subire delle modifiche per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà.
A richiesta è possibile ritirare in ufficio il kit di viaggio composto da zaino, sacca, cuscino poggiacollo, maschera per occhi, poncho impermeabile, salviette umide, taccuino per appunti [scopri di più]
 
* la quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d'ingresso/accessi/prenotazioni, per variazioni delle tariffe aeree/ferroviarie/pedaggi autostadali, mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, variazione dei tassi di cambio, se il pagamento della prenotazione avviene oltre i termini indicati, o per altri motivi [leggi]. In ogni caso eventuali variazioni saranno, da parte dell'organizzatore, preventivamente comunicate.
 
Scadenza delle Prenotazioni
Prenotazione con pagamento fino a esaurimento posti disponibili. La prenotazione è confermata solo al momento del pagamento nelle misure seguenti: per le prenotazioni con quota ridotta effettuate entro il 28/02/2018 si verserà direttamente il saldo alla prenotazione; in caso di saldo o di prenotazione avvenuto oltre il 28/02 si applicherà la quota di partecipazione maggiorata. Per le prenotazioni effettuate oltre il 1°/03/2018 saldo diretto al momento della prenotazione (il saldo deve avvenire comunque prima dei 30 giorni dalla data di partenza) . Le prenotazioni giunte dopo la data di scadenza indicata saranno accettate in caso di disponibilità.
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Assicurazione Annullamento Viaggio
   
Su richiesta, al momento della prenotazione al viaggio, è possibile stipulare l'assicurazione annullamento viaggio con Europ Assistance [leggi]
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Contratto di Viaggio
   
Nel rispetto della normativa vigente al momento dell'iscrizione al viaggio è richiesta la stipula del contratto di viaggio, proposta di compravendita di pacchetto/servizio turistico (guarda il modulo da utilizzare per adempiere alle disposizioni dell'art.85 del Codice del Consumo)
   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
Voli Aerei
 
volo di andata Giovedì 29 Marzo 2018  
AZ 1777   Roma Fco / Palermo   8:25 / 9:30  
 
volo di ritorno Lunedì 2 Aprile 2018
AZ 1794 Palermo / Roma Fco   19:20  / 20:30  
---------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Appuntamento alla Partenza
   
Appuntamento dalle ore 6:40 all'aeroporto int.le L. da Vinci di Roma Fco, terminal 1, partenze , banco gruppi Alitalia
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Preparazione del Bagaglio e Norme di Sicurezza
   
Clicca qui per conoscere la normativa e le precauzioni per la preparazione del bagaglio aereo
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
L'Albergo del viaggio
   
Grand Hotel Palace (cat. 5*)
Il Grand Hotel Palace nasce nella metà dell'800, grazie all'inglese Carlo Gordon, amministratore della "Fattoria Florio", che costruì un imponente edificio di stile inglese per adibirlo ad abitazione di famiglia .In seguito l'immobile fu acquistato e abitato da casati marsalasi fino alla II Guerra Mondiale. Dal 1998 l'edificio è stato trasformato in un elegante complesso di ricezione turistica e di ristorazione senza alterarne i connotati artistici e storici. Nel 2006 il Palace inaugura il nuovo ed elegante 5 stelle, fiore all'occhiello della provincia di Trapani. La convinzione di realizzare è una eredità di famiglia, un sogno avveratosi col passare degli anni. Con il suo ampio giardino, l'eccellente scelta di ristoranti e bar, la piscina, le due sale riunioni e conferenze con capienza fino a 200 persone, le visite e le escursioni guidate, l'hotel è perfetto per un soggiorno sulla costa siciliana all'insegna di relax, benessere, gastronomia e cultura.

Grand Hotel Palace (cat. 5*)

Lungomare Mediterraneo, 57, 91025 Marsala TP www.grandhotelpalace.eu

 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Mappa di viaggio
 
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Meteo
 
per conoscere le previsioni meteo dei luoghi delle nostre visite clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Cosa sapere prima di prenotare e di partire per un tour
   
cosa sapere prima di prenotare
leggi le condizioni generali di vendita
scopri l'assicurazione Global Assistance assistenza medica / bagaglio / R.C.
 
su richiesta, al momento della prenotazione al viaggio, è possibile stipulare l'assicurazione annullamento viaggio con Europ Assistance [leggi]
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Prenotazioni
   
se desideri prenotare questo viaggio o avere maggiori informazioni sulle modalità di prenotazione, cancellazione, penalità etc. clicca qui
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Scarica
   
scarica il programma completo delle nostre attività in pdf  
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Normativa
 
Viaggio conforme alle direttive internazionali sul Turismo e del Codice del Turismo D.Lgs. 79/2011.
Aut.ne: Det.ne Dirigenziale R.U. Provincia di Roma n. 806 del 25/02/2013.
Garanzia Assicurativa Responsabilità Civile Organizzatori e intermediari Agenti di Viaggio "Amissima Assicurazioni Spa" - Polizza n° 801156528.
Nel rispetto di quanto richiesto dalla normativa (Codice del Turismo), in ottemperanza agli obblighi di legge derivanti dal DL 79 del 23 maggio 2011 - art. 50 comma 2 e comma 3 e successive modifiche/integrazioni, Turismo Culturale Italiano ha contratto adeguata polizza assicurativa con Filo Diretto Assicurazioni Spa (Polizza numero  5002002211/L  Consorzio FOGAR- FIAVET), in grado di sostituire la funzione svolta fino a tale data dal fondo di garanzia “pubblico”.
 
     
     
___________________________________________________________________________
turismo culturale italiano srl a socio unico - tour operator - C.F. e P.I. 11922481004 - REA RM 1337161
Visite Guidate, Viaggi d’Arte, Itinerari, Gran Tour, Viaggi Culturali, Conferenze, Incontri, Concerti...
Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, immagini, foto, disegni senza l'espressa autorizzazione - All rights reserved.
___________________________________________________________________________