Benvenuto nel sito di Turismo Culturale Italiano, il Primo Operatore di Turismo Culturale d'Italia
 
Statistiche
l
l
l
l
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________
pagina aggiornata al 16/09/2018
_________________________________
   
scopri la programmazione
_________________________________
 
visite guidate
  visite a palazzi, ville, mostre
   
viaggi di gruppo
  escursioni, viaggi e tours
   
incontri
  conferenze, concerti, corsi
   
catalogo
  scarica i nostri programmi pdf
   
archivio
  visita il nostro archivio
   
galleria
  le nostre immagini più belle
   
e-lettere
  ricevi le notizie periodiche con posta elettronica
   
ultime notizie
  novità dalla redazione
   
prenotazioni
 
come prenotare la tua visita, il tuo viaggio...
   
   
   
   
   
scopri il nostro prossimo tour... leggi
 
 
 
 
per essere sicuri su cosa acquistate e a chi vi affidate ... leggi
 
 
Rispettare l'ambiente in ogni sua forma, l'uomo e il patrimonio culturale ... leggi
   
Firma la Petizione
RESIDENZE BORBONICHE Patrimonio dell'Umanità: APPELLO - PROPOSTA di candidatura per la lista UNESCO
 
 
 
Se desideri fare un regalo originale puoi scegliere ... leggi
 
 
associato
 
 
 
 
 
Viaggio nel Medioevo laziale
   
   
Rocche, Manieri, Castelli, Borghi Murati e Abbazie della Tuscia
Uno splendido fine settimana tra i colori dell'Autunno della Tuscia Viterbese
 
Sabato 1° / Domenica 2 Dicembre 2018
 
 
 
 
itinerario culturale di qualità
Due giorni - con pernottamento al castello di Proceno - in visita a manieri, rocche, castelli e alcuni borghi murati della bella Tuscia viterbese, luoghi sorti su speroni tufacei. Visiteremo antichi borghi medievali, abbazie cistercensi, mosaici cosmateschi, città ideali ubicate tra la via Francigena e i luoghi della Guerra di Castro. Santa Maria di Falleri, Fabrica di Roma, San Lorenzo Nuovo, Torre Alfina, Trevinano...
   
 
 

 

 
Il Programma di Viaggio

programma

 

Sabato 1°/12/2018

Appuntamento con i partecipanti al viaggio alle ore 7.30 in p.le Ostiense, mura aureliane e partenza in pullman GT per la Tuscia. Lungo il percorso di viaggio effettueremo una sosta caffè in autostrada.

Le nostre visite inizieranno dopo neanche un'ora di percorso dal pittoresco borgo di Civita Castellana dove visiteremo il Duomo e la maestosa mole della Fortezza Pontificia del Sangallo eretta agli inizi del Cinquecento.

Il Duomo costituisce uno dei più rari esempi fuori Roma dell'arte cosmatesca eretto alla fine del XII secolo. Di pregio l'imponente portico che anticipa le decorazioni architettoniche e musive della facciata. Il suo interno conserva un sarcofago paleocristiano riadattato ad altare maggiore e altre opere ascrivibili a epoche diverse. Di notevole interesse, inoltre, la cripta posta sotto l'altare maggiore, risalente al VII – VIII secolo e costruita forse su una preesistente struttura romana.

La visita proseguirà con il Forte progettato alla fine del XV secolo da Antonio da Sangallo il Vecchio per papa Alessandro VI Borgia. Alla morte dei Borgia la fortificazione passò a Giulio II che affidò al Bramante e ad Antonio da Sangallo il Giovane il completamento della struttura. La fortezza rimase dimora papale sino al XIX secolo, quando fu impiegata come struttura carceraria. Sin dall'inizio il forte aveva la doppia funzione di fortificazione e di "palazzo" con funzioni rappresentative e residenziali, tanto che in esso furono applicate le più moderne innovazioni dell'arte militare ed impiegati validi artisti che impreziosirono le sale con cicli di affreschi. Di quest'ultimi rimangono tracce nelle pitture delle volte e delle lunette del cortile, incentrate sull'esaltazione della famiglia Borgia. Vi ammireremo anche una ricca collezione di reperti archeologici pertinenti al periodo falisco, popolazione locale che qui risiedette e prosperò con città, aree templari e necropoli, prima della venuta di Roma.

Il nostro itinerario proseguirà con la visita dell'abbazia Santa Maria in Falleri, immersa in uno dei più suggestivi angoli della campagna laziale tra le affascinanti rovine dell'antica città di Falerii Novi. Interessante costruzione del XII secolo, l'abbazia è un mirabile esempio della tipologia costruttiva propugnata da San Bernardo di Chiaravalle, i cui recenti restauri hanno restituito al suo antico splendore.

A breve distanza, proseguendo verso nord, sosteremo brevemente per ammirare un antico borgo murato, quello di Fabrica di Roma, antico feudo farnesiano, dominato dall'imponente rocca - oggi dei Bianchi Ninni - con alta torre quadrata che sovrasta la mole del maniero cinto da torrioni circolari. La rocca fa da perno e fulcro al borgo, sorto tutt'intorno al fortilizio. L'origine dell'edificazione della rocca risale al XIII secolo, edificata dai Prefetti di Vico. Manfredi di Vico, nel 1308, cedette il castello al Cardinale Napoleone Orsini; dopodiché viene ceduto all'Ospedale di Santo Spirito in Sassia, nel 1367.

E' un tipico esempio di edilizia urbana medievale nella tuscia viterbese.

Infine giungeremo a   San Martino al Cimino per la pausa pranzo in ristorante.

Nel primo pomeriggio ammireremo il borgo creato nel ‘600 da donna Olimpia Pamphilj con una pianta basata su assi simmetrici lungo i quali sorgono case a schiera. Una chiesa di San Martino in monte è citata per la prima volta nell'anno 838 quando fu donata da Benedetto, figlio di Auperto, all'abate di Farfa. Attorno ad essa si formò un cenobio benedettino che si trasferì presto in un'altra zona del monte dove sorse l'abbazia. Nel 1145 San Martino al Cimino fu affidata dal papa cistercense Eugenio III ai monaci bianchi di Saint Sulpice in Savoia che occuparono l'abbazia nel 1150. Grazie alle donazioni di Innocenzo II, San Martino riprese vita e cominciarono i lavori di ricostruzione del complesso.

L'interesse per San Martino al Cimino nasce dalla sua originalità rispetto agli altri edifici cistercensi laziali, quali l'abside poligonale, la volta esapartita, e il chiostro. Le prime due caratteristiche insieme ad alcuni tipi di decorazione sono esempi di forme borgognone, alle quali i costruttori di San Martino si vollero richiamare.

Al termine delle visite mattutine sosta nel borgo di San Martino al Cimino per la pausa pranzo.

Proseguiremo al termine delle visite per una sosta pittoresca al borgo murato di Montecalvello. Il castello risale al re Longobardo Desiderio che ne iniziò la costruzione nel 774. Fra il secolo XV ed il secolo XVI, venne trasformato in palazzo con facciata con decorazioni e finestre esemplate su quelle del palazzo della Cancelleria a Roma. Vi furono inoltre posti vari simboli e vi fu scolpita la scritta in latino: Vera Recta Fides. Nel 1664 il castello fu acquistato in virtù di un chirografo del papa Urbano III, dal marchese Savonese Marcello Raimondi, dal quale passò alla famiglia Doria Pamphilj che lo tenne a lungo.

Nel 1970 fu acquistato dal Conte Balthus Klossowski de Ròla, direttore dell'Accademia di Francia e noto pittore, che ne curò sia l'arredo che il restauro. La visita del borgo ci darà modo di ammirare un sito dove il tempo sembra essersi fermato. Vi si accede per mezzo di un fornice ricavato nel tufo e oggi coperto da volte e solai in legno che creani una cornice davvero insolita e suggestiva. Da qui si ammira il lato orientale del fortilizio, molto alto e con eleganti finestre mentre, tornando al borgo, in asse si trova la piccola chiesa e da qui si ammirano le case a schiera dell'antico contado - quasi tutte in abbandono - che prospettano sulla platea. Qui si ammira un puteale, il grande palazzo e la veduta sulla valle.

Al termine trasferimento a Proceno e sistemazione in albergo, albergo diffuso, del castello di Proceno.

Cena caratteristica all'interno dell'accogliente locanda del castello, accolti da reperti etruschi, antiche mura a vista e il fuoco del camino.

Pernottamento.

 

Domenica 2/12/2018

Prima colazione a buffet nella locanda del Castello.

Rilascio delle camere e partenza in pullman per la seconda giornata di visita. Inizieremo brevemente proprio dal Castello di Proceno, una fortezza medievale del XII sec. sorta su una collina a guardia e protezione dell'antico borgo e delle vallate sottostanti, luoghi di confine e quindi di cruente battaglie. Il Castello, che appartiene alla famiglia Cecchini dai primi anni del XVIII secolo, è un raro esempio di fortificazione medievale; le sue strutture si presentano ai nostri occhi nella forma originale anche se abbellite da un rigoglioso giardino che si estende ai piedi delle mura.

La pianta pentagonale include una torre maggiore e due torrette collegate tra loro da cammini di ronda e da un ponte levatoio, uno tra i 18 ancora funzionanti ed originali d'Italia. Il complesso include un fortino collegato al castello da una parte della cinta muraria del borgo.

A seguire ci trasferiremo a Trevinano per visitare il castello Boncompagni Ludovisi, ancora oggi di proprietà della famiglia, che da quasi un millennio sovrasta l'antico borgo adagiato sul fianco di una collina.

Sorto in prossimità della via Francigena, il castello ed il suo abitato viene menzionato già sul finire del XII secolo nel Trattato di Pace tra le città di Acquapendente e Orvieto ed assegnato alla famiglia dei Visconti di Cambiglia. Nel corso del Medioevo il maniero passò ai Monaldeschi della Cervara e nel Seicento fu venduto dalla Camera Apostolica ai marchesi Bourbon del Monte, che ne mantennero la proprietà sino al 1910, quando la marchesa Stephanie Bourbon – ultima erede del ramo toscano – sposò il principe Paolo Boncompagni Ludovisi, famiglia che attualmente ne conserva la proprietà. Il castello si presenta oggi nella veste di signorile dimora rinascimentale con le due torri angolari che denunciano un adeguamento militare. Di notevole interesse anche la piccola chiesa di San Rocco annessa alla proprietà, all'interno della quale si conservano preziose, seppur lacunose, testimonianze della pittura cinquecentesca di influenza umbro-senese.

Proseguiremo poi verso Torre Alfina dove sosteremo per la pausa pranzo in ristorante con menu tipico.

Nel primo pomeriggio ammireremo il Castello di Torre Alfina, che appare sin da lontano come possente grazie alle sue maestose torri merlate rivestite di pietra scura vulcanica di cava locale.

Le prime notizie storiche riguardo la presenza di un fortilizio narrano di una torre d'avvistamento, citata nei Comentarii Historici di Monaldo Monaldeschi della Cervara, dove viene descritta una torre fortificata trasformata in castello durante il regno longobardo di Re Desiderio nel corso dell'VIII secolo. I territori e le varie fortezze divennero feudo della potente famiglia dei Monaldeschi della Cervara per passare in seguito ai marchesi Bourbon del Monte. La visita di questo enorme maniero stupirà per ricchezza degli arredi e delle strutture, composte da una grande corte loggiata palazziale a racchiudere un giardino all'italiana sorvegliato dalle altissime torri merlate. La loggia affrescata conduce, su entrambi i livelli, alle grandi sale aperte a pettine, tutte decorate. L'edificio è stato a lungo posto sotto sequestro per vicende giudiziarie ed oggi è tornato finalmente visitabile.

Infine, oltre al grazioso paese di Torre Alfina, che è inserito nelle liste dei Borghi più Belli d'Italia, ammireremo i colori dell'Autunno nel Bosco Monumentale del Sasseto ai piedi del castello di Torre Alfina, che offre ai suoi visitatori un'atmosfera unica e quasi incantata, con i suoi sentieri estesi tra massi e rocce di tutte le dimensioni ed i suoi maestosi alberi secolari.

Al termine delle nostre visite partenza in pullman GT per Roma. Lungo il percorso di ritorno verrà effettuata una sosta in autostrada.

Arrivo previsto a Roma in serata.

---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
Le informazioni sul viaggio
 
Tutte le escursioni e i viaggi sono riservate ai membri del Club di Turismo Culturale Italiano. Iscriversi è semplicissimo e puoi farlo al momento della prenotazione del viaggio con validità al 31/12/2019 [scopri di più]
 
Quota a partire da Euro 325.00 p.p. con pagamento entro il 25/10 (supplemento camera singola Euro 35.00 - camere singole limitate) *
Oltre la data indicata la quota di partecipazione potrebbe subire una variazione. Verificare al momento della prenotazione l'importo della quota di vendita.

La quota comprende:

viaggio in pullman GT e tutti i trasferimenti in pullman GT privato per le escursioni (standard di 2 posti p.p. ca.), tutti i biglietti d'ingresso / spese di apertura dei siti indicati, spese di prenotazione, visite guidate a cura di guide-conferenziere locali e degli esperti di Turismo Culturale italiano, sistemi audio riceventi per le visite, accompagnamento culturale da Roma, pernottamento in hotel albergo diffuso del Castello di Proceno, prima colazione a buffet, cena con menu del territorio a quattro portate con abbinamento di vini inclusi nell'elegante locanda del castello, due pranzi in ristorante lungo il percorso di visita con menu caratteristico, tassa di soggiorno (ove prevista), assicurazione assistenza medica/bagaglio/R.C., spese parcheggio pullman, ztl, iva, imposte e tasse.


Quota valida con minimo 20 partecipanti. Posti limitati
La quota non comprende tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende".
N.B. Il programma può subire delle modifiche per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà.
A richiesta è possibile ritirare in ufficio il kit di viaggio composto da zaino, sacca, cuscino poggiacollo, maschera per occhi, poncho impermeabile, salviette umide, taccuino per appunti [scopri di più]
 

* la quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d'ingresso/accessi/prenotazioni, per variazioni delle tariffe aeree/ferroviarie/pedaggi autostadali, mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti (in tale caso l'adeguamento previsto dalla normativa non potrà essere superiore all'8% delimpoto dell'escursione/viaggio), variazione dei tassi di cambio, se il pagamento della prenotazione avviene oltre i termini indicati, o per altri motivi [leggi]. In ogni caso eventuali variazioni saranno, da parte dell'organizzatore, preventivamente comunicate.

---------------------------------------------------------------------------------------------------
   
Normativa sulla Tutela, trattamento dei dati personali (Privacy)
   
Si informa che i dati da lei comunicati al fine garantirle la partecipazione alle attività in programma (visite guidate, escursioni, viaggi, gran tour, cicli i incontri etc.), saranno trattati nall'assolto rispetto della normativa vigente (Regolamento UE n. 2016/679 “GDPR”) [leggi]
   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Scadenza delle Prenotazioni
Prenotazione con pagamento fino a esaurimento posti disponibili. La prenotazione è confermata solo al momento del pagamento nelle misure seguenti: 25% al momento della prenotazione, saldo entro 30 giorni dalla data di partenza. Il saldo deve avvenire comunque prima dei 30 giorni dalla data di partenza programmata.
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Assicurazione Annullamento Viaggio
   
Su richiesta, al momento della prenotazione al viaggio, è possibile stipulare l'assicurazione annullamento viaggio con Europ Assistance [leggi]
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Contratto di Viaggio
   
Nel rispetto della normativa vigente al momento dell'iscrizione al viaggio è richiesta la stipula del contratto di viaggio, proposta di compravendita di pacchetto/servizio turistico (guarda il modulo da utilizzare per adempiere alle disposizioni dell'art.85 del Codice del Consumo)
   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
viaggio in pullman
   
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
L'Albergo del Viaggio
   
Castello di Proceno - dimora storica (membro ADSI)

Il Castello di Proceno è una struttura alberghiera diffusa all'interno di un antico castello medievale completamente ristrutturato che offre camere spaziose con un accogliente caminetto, la connessione Wi-Fi gratuita, un ristorante gastronomico, una caratteristica ed accogliente locanda con reperti archeologici scavata nel tufo e un ampio giardino con una piscina.

Le camere sono tutte arredate in modo rustico ed elegante, con soffitti con travi in legno a vista, murature a vista, arredi in legno e bagno interno con doccia, asciugacapelli e set di cortesia. Il Castello di Proceno Albergo Diffuso in Dimora D'Epoca offre tutte le mattine una colazione dolce a base di prodotti da forno e croissant, e un ristorante che serve cucina locale e mediterranea.

N.B. La concezione di albergo diffuso propone sistemazioni in camer tutte diverse tra loro e non disposte in unico blocco/edificio/corpo di fabbrica ma dilocate in diverse ali dell'antica struttura. Per tale motivo molte di queste strutture, benchè paragonabili a standard alberghieri, non possono essere classificati con le consuete stelle.

Albergo diffuso Castello di Proceno - dimora storica

C.so Regina Margherita, 131, 01020 Proceno VT Tel.0763 710072 http://www.castellodiproceno.it

   
---------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Kit di viaggio
Scopri il Kit di Viaggio omaggio per i viaggiatori di Turismo Culturale Italiano
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Appuntamento alla Partenza
   
Appuntamento alle ore 7.30 p.le Ostiense, mura aureliane [leggi]
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Mappa di viaggio
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Meteo
 
per conoscere le previsioni meteo dei luoghi delle nostre visite clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Cosa sapere prima di prenotare e di partire per un tour
   
cosa sapere prima di prenotare
leggi le condizioni generali di vendita
scopri l'assicurazione Global Assistance assistenza medica / bagaglio / R.C.
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Prenotazioni
   
se desideri prenotare questo viaggio o avere maggiori informazioni sulle modalità di prenotazione, cancellazione, penalità etc. clicca qui
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Scarica
   
scarica il programma completo delle nostre attività in pdf  
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Normativa
 
Viaggio conforme alle direttive internazionali sul Turismo e del Codice del Turismo D.Lgs. 79/2011.
Aut.ne: Det.ne Dirigenziale R.U. Provincia di Roma n. 806 del 25/02/2013.
Garanzia Assicurativa Responsabilità Civile Organizzatori e intermediari Agenti di Viaggio "Amissima Assicurazioni Spa" - Polizza n° 801156528.
Nel rispetto di quanto richiesto dalla normativa (Codice del Turismo), in ottemperanza agli obblighi di legge derivanti dal DL 79 del 23 maggio 2011 - art. 50 comma 2 e comma 3 e successive modifiche/integrazioni, Turismo Culturale Italiano ha contratto adeguata polizza assicurativa con Filo Diretto Assicurazioni Spa (Polizza numero  5002002211/L  Consorzio FOGAR- FIAVET), in grado di sostituire la funzione svolta fino a tale data dal fondo di garanzia “pubblico”.
 
     
     
___________________________________________________________________________
turismo culturale italiano srl a socio unico - tour operator - C.F. e P.I. 11922481004 - REA RM 1337161
Visite Guidate, Viaggi d’Arte, Itinerari, Gran Tour, Viaggi Culturali, Conferenze, Incontri, Concerti...
Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, immagini, foto, disegni senza l'espressa autorizzazione - All rights reserved.
___________________________________________________________________________
s