Benvenuto nel sito di Turismo Culturale Italiano, il Primo Operatore di Turismo Culturale d'Italia
 
Statistiche
l
l
l
l
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________

pagina aggiornata al 14/02/2020

_________________________________
   
scopri la programmazione
_________________________________
 
viaggi di gruppo
  escursioni, viaggi e tours
   
visite guidate
  visite a palazzi, ville, mostre
   
incontri
  conferenze, concerti, corsi
   
catalogo
  scarica i nostri programmi pdf
   
archivio
  visita il nostro archivio
   
galleria
  le nostre immagini più belle
   
e-lettere
  ricevi le notizie periodiche con posta elettronica
   
ultime notizie
  novità dalla redazione
   
prenotazioni
 
come prenotare la tua visita, il tuo viaggio...
   
   
   
scopri il nostro prossimo tour... leggi
 
 
 
   
   
 
cerca sulla mappa le prossime destinazioni dei nostri viaggi... leggi
 
 
Rispettare l'ambiente in ogni sua forma, l'uomo e il patrimonio culturale
 
 
 
 
Se desideri fare un regalo originale puoi scegliere ... leggi
 
 
 
 
associato
 

Non c'è bisogno di andare a Stonehenge...

 
 
La Sardegna Nuragica e Megalitica e il Trenino Verde
Percorso d'Autore nel cuore della Sardegna che non conosci tra nuraghe e il famoso Trenino Verde della Sardegna in forma privata*
itinerario culturale di qualità
 
  Venerdì 29 Maggio / Martedì 2 Giugno 2020
 
 
 
   
itinerario culturale di qualità

Un viaggio indietro nel 2000 a.C, negli angoli più remoti della Sardegna, in visita alle cento Stonehenge dell'isola. Un itinerario tra foreste di menhir, dolmen, domus de Janas o case di fate, tombe dei giganti, pozzi sacri e soprattutto i nuraghe, testimonianza caratteristica e peculiare della Sardegna. Tutto in una cornice ambientale, paesaggistica e naturalistica di assoluta bellezza, in buona parte incontaminata e selvaggia, che si svelerà in tutto il suo splendore primaverile.

 
 

programma

 

Venerdì 29 Maggio 2020

Appuntamento con i partecipanti al viaggio all'aeroporto internazionale Leonardo da Vinci, Terminal 1, partenze, e procedura di imbarco sul volo di linea per Alghero. Attenzione, a causa degli operativi aerei recentemente modificati dalla compagnia Air Italy e alla mancata pubblicazione degli orari Alitalia non siamo in grado al momento di pubblicare gli orari esatti. Invitiamo ad attendere alcuni giorni e a mantenervi aggiornati.

Inizio delle nostre visite trasferendoci direttamente all'arrivo in pullman privato GT al villaggio nuragico di Palmavera a Sassari, formato da due torri A e B, e da un cortile a cui si accede dall'ingresso principale. La torre principale (A), più antica, è stata successivamente rifasciata dal muro che racchiude la torre secondaria, il cortile interno e un corridoio d'ingresso con diverse nicchie.

Pausa pranzo in ristorante.

Dopo la pausa pranzo, proseguiremo in pullman per ammirare l'altare prenuragico di Monte d'Accoddi: il monumento, scoperto nel 1952 e risalente al 4200 a.C, è una struttura piramidale costruita con grandi blocchi e riempita con pietre. La sua forma non ha eguali in tutto il Mediterraneo e in Europa e ricorda gli altari a terrazza mesopotamici detti ziqqurat. La storia di quest'area inizia circa nel 4200 a.C. quando esisteva un villaggio di capanne circolari. Al 3500 a.C. risale l'area sacra dei menhir, attribuibile alla cultura di Ozieri: un menhir alto m. 4,70 in calcare squadrato, trovato rovesciato, ora è stato innalzato nel luogo d'origine, a sinistra della rampa.

Ci trasferiremo in seguito in prossimità del grazioso borgo marinaro di Castelsardo per visitare la Tomba dell'Elefante.

Il monumento, uno dei soggetti più fotografati dell'isola, è una rupe trachitica erosa dagli elementi naturali, che le hanno dato la forma di un elefante seduto.

Alla base del lato destro, si aprono alcune domus de janas, una delle quali presenta alcuni bassorilievi raffiguranti protomi taurine, ed altri elementi decorativi. Il nuraghe Paddaggiu, indicato per errore sulle cartine come Su Tesoru, è di tipo monotorre, con il pianoterra intatto, mentre il piano superiore ha una parte molto diroccata, in roccia trachitica erosa dagli elementi naturali - tra i quali il vento ha agito in maniera importante - con una forma evidente di un elefante posto in posizione seduta.

Al termine delle nostre visite proseguimento in pullman GT albergo a Olbia.

Cena e pernottamento ad Olbia.

 

Sabato 30 Maggio 2020

Prima colazione a buffet in albergo.

Inizio delle nostre escursioni con la visita della Tomba dei Giganti di Coddu Vecchio. Questa tomba nuragica ha un'origine molto antica, risalente circa al 2500 a.C., con riferimento alla Cultura di Monte Claro.

In origine era un'allèe couverte (un dolmen a corridoio), che si può ancora vedere in quanto costituisce il corridoio interno, lungo 10 m., che si trova al centro della tomba. La stele, alta m.4,40 e larga alla base m.1,90, è la più alta della Sardegna ed è formata da due pietre sovrapposte, incastrate con appositi incavi. Sia la parte inferiore che quella superiore sono finemente lavorate e incorniciate da uno spesso listello. La tomba di Coddu Vecchiu è una delle meglio conservate della zona.

Proseguiremo poi in direzione del complesso nuragico di Cabu Abbas databile alla fine del II millennio a.C.

Il tempio a pozzo Sa Testa si presenta in buone condizioni di conservazione ed è databile ai secoli finali del II millennio a.C. Anteposto al tempio vero e proprio si trova un grande cortile circolare (del diametro di 8,30 m.) delimitato da un muro e caratterizzato dal pavimento lastricato e da una canaletta di scolo delle acque che lo attraversa per intero. Questo cortile, sicuramente utilizzato per funzioni cerimoniali, introduceva al vestibolo del pozzo, che presenta delle panche lungo le pareti e che dava accesso al vano scalare dal quale si discendeva alla camera. La scala, uno degli elementi canonici di questo tipo di santuario, si compone in questo caso di 17 gradini. Nella camera del pozzo, che è coperta da una tholos (pseudocupola) si trova la sorgente, tutt'ora attiva.

Il monumento è stato scavato per la prima volta nel 1938, ma di questi primi scavi non si hanno molte notizie; successivamente, nel 1969, fu sottoposto ad un intervento di restauro, durante il quale si rinvennero materiali databili complessivamente tra l'età nuragica e quella romana. I reperti, principalmente oggetti votivi deposti nel santuario dai fedeli, mostrano che il luogo sacro nuragico continuò ad essere frequentato intensamente sia in età punica che in età romana.

Pausa pranzo libero.

Le visite proseguiranno nel pomeriggio presso la cittadina di Arzachena, dove incontreremo la Tomba dei Giganti di Li Lolghi, un'ellisse di pietre e dolmen.

Questa tomba, come altre della zona, presenta due diverse fasi costruttive e di utilizzo. I nuragici infatti, che le diedero il suo aspetto finale, con l'esedra e la classica stele centinata, inglobarono in questa monumentale sepoltura un dolmen assai più antico, attribuibile alla Cultura di Bonannaro e databile al 1800 a.C. circa. L'antico dolmen, che corrisponde ora alla parte finale della camera, era del tipo a cista, cioè un cassone rettangolare realizzato con lastre di pietra infisse nel terreno a coltello e coperto con un'altra o più lastre disposte orizzontalmente. Intorno è ancora visibile un'ellisse di pietre, le uniche restanti di quelle che originariamente dovevano coprire il monumento funebre formando il tumulo.

Concluderemo la nostra giornata con la Tomba dei Giganti di Su Monte del Bronzo Antico, particolare, come altre tombe galluresi, per essere stata realizzata in età nuragica riadattando una struttura tombale di età molto più antica, risalente al Bronzo Antico (1800-1600 a.C. circa), del tipo ad allè couvert. Di questo monumento funebre precedente restano i blocchi interni della camera funeraria, infissi verticalmente nel terreno, e probabilmente alcune delle lastre di copertura, disposte a piattabanda.

Al termine delle nostre visite rientro in pullman GT in albergo.

Cena e pernottamento ad Olbia.

 

Domenica 31 Maggio 2020

Prima colazione a buffet in albergo. Partenza dall'albergo in pullman GT.

Prima tappa della mattinata sarà in una bella cornice ambientale, la Tomba dei Giganti di S'Ena e Thomes a Dorgali.

Questa tomba di evidente tipo dolmenico, e risalente al periodo del Bronzo Antico, si presenta in ottimo stato di conservazione, infatti conserva quasi intatto il corridoio funebre con copertura a piattabanda, cioè costituita da lastre di pietra disposte orizzontalmente lungo le pareti del corridoio.

Successivamente proseguiremo per ammirare, in una bella cornice ambientale, il villaggio nuragico di Serra Orrios di Dorgali, tra i più grandi e meglio conservati della Sardegna, costituito da circa un centinaio di capanne, tra le quali si notano tipologie semplici a pianta circolare oppure più articolate, composte da diversi ambienti, sempre a pianta circolare, collegate fra loro. Il villaggio per la cospicuità delle sue dimensioni e per l'organizzazione urbanistica, può ben essere definito un insediamento protourbano. La visita del di Serra Orrios sito è di fondamentale importanza per comprendere i rapporti e le gerarchie sociali presenti all'interno di villaggi ed insediamenti di questo tipo e grandezza.

Attraversando la bella campagna giungeremo alla grande Tomba dei Giganti di Madau.

Questa necropoli nuragica è costituita da quattro tombe dei giganti simili fra loro, disposte ad anfiteatro, le quali presentano camera funebre rettangolare. Le due meglio conservate si trovano vicino all'ingresso dell'area archeologica. In questa necropoli, scavata solo dal 1982, sono stati ritrovati interessanti reperti: vasellame nuragico, betili in trachite, bracciali di bronzo, e molte perline per collana in pasta vitrea.

Pausa pranzo in ristorante.

Nel pomeriggio avremo occasione di effettuare una simpatica escursione con il celebre Trenino Verde della Sardegna* che corre lungo i binari tra affascinanti vedute mozzafiato.

L'itinerario avrà inizio da Macomer per giungere a Bosa. Una linea estremamente panoramica che passa dagli oltre 500 metri dell'altopiano di Campeda fino alla stazione di Bosa Marina, alla foce del fiume Temo. Il treno procede nella sua lenta discesa fin quasi alla riva. In leggera salita, si attraversa un paesaggio con ampie distese a pascolo delimitate da muretti a secco e dominate dalla presenza rassicurante dei nuraghi. L'itinerario toccherà anche un'antica abbazia cisterciense e poi, superato il punto più alto della linea (Fermata di Bara 537 m) inizia una lenta costante discesa fino al mare che compare dopo Tresnuraghes.

E' un tratto estremamente panoramico che gradatamente discende fino al capolinea di Bosa Marina. La veduta è davvero emozionante. Il percorso avrà una durata di circa 2 ore e mezzo e verrà effettuato con materiale rotabile degli Anni Cinquanta, dotate di WC. Il Trenino è noleggiato in esclusiva da Turismo Culturale Italiano per i soli partecipanti al viaggio. Avremo occasione di fermare il treno per diverse discese fotografiche.

Al termine delle nostre visite trasferimento in pullman GT in albergo a Bosa.

Cena e pernottamento ad Bosa.

 

Lunedì 1° Giugno 2020

Prima colazione a buffet in albergo.

Partenza dall'albergo in pullman GT verso sud dove incontreremo il santuario nuragico di Santa Cristina a Paulilatino caratterizzato da un magnifico pozzo sacro in basalto, forse l'esempio più bello dell'architettura nuragica, datato al 1300 a.C. circa e a seguire il Nuraghe Genna Maria di Villanovaforru, posto sulla cima di una collina del Campidano.

Gli scavi sono iniziati nel 1977 ma il nuraghe è in cattivo stato, essendo pericolante in alcuni punti; questo probabilmente è dovuto al materiale piuttosto scadente usato per la costruzione, preso da vicine cave di marna e arenaria. Gli architravi e le altre parti sotto sforzo sono più integre, perchè costruite in materiale vulcanico più resistente. Sono visibili antiche tracce di aggiustamenti e rinforzi.

Proseguiremo la nostra giornata con la visita del celebre complesso nuragico su Nuraxi di Barumini, maestoso nuraghe circondato da un ampio villaggio (la visita potrebbe essere spostata al giono successivo).

Così come è visibile oggi con il maestoso nuraghe circondato da un ampio villaggio è il risultato di un'occupazione del sito durata quasi 2000 anni, dal 1600 a.C. circa, fino al III secolo d.C., in piena età romana. In origine il complesso nuraghe era costituito da cinque torri, quella centrale, chiamata anche Mastio, e quattro torri laterali unite da mura rettilinee, all'interno delle quali si trova il cortile interno, dotato un pozzo con sorgente attiva tutt'oggi.

Le torri erano tutte formate da due piani sovrapposti e ancora oggi presentano intatto il soffitto del primo piano, mentre del secondo restano pochi filari di muratura ad eccezione della torre centrale, che conserva internamente entrambi i piani. Per l'importanza del sito, Su Barumini è giustamente inserito all'interno dei siti Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco.

Pausa pranzo in ristorante.

Primo pomeriggio dedicato alla visita del centro storico di Cagliari. L'itinerario ci condurrà alla scoperta ella parte alta della città con lo stile pisano-romanico della Cattedrale dedicata a Santa Maria, costruita nel XIV secolo, e che ospita, all'interno, un trittico fiammingo del XV secolo di Roger Van der Weyden. Nei pressi si ammira l'elegante facciata del Palazzo Regio, antica residenza del rappresentante del re durante l'epoca aragonese, spagnola e sabauda. Nell'itinerario osserveremo anche due tra i simboli della città, le due torri di San Pancrazio e dell'Elefante e, più in basso, il Bastione di Saint Remy, edificato tra il 1896 e il 1902 sui bastioni spagnoli della Zecca.

Al termine delle nostre visite trasferimento in pullman GT in albergo a Cagliari.

Cena e pernottamento a Cagliari.

 

Martedì 2 Giugno 2020

Prima colazione a buffet in albergo.

In mattinata visita del nuraghe Arrubiu di Orroli, uno dei più grandi dell'isola ed è l'unico pentalobato, è formato infatti da un mastio centrale e cinque torri laterali integrate da un bastione con mura molto spesse. Fu costruito tra il XIII e il IX secolo a.C. All'esterno il nuraghe è circondato da una seconda cinta di mura, formata da sette torri parzialmente visibili unite da un muraglione, all'interno della quale sono stati individuati dei muri che separavano gli spazi tra le torri.

Proseguiremo con l'ammirare l'allineamento di 60 menhir di Goni disposti su tre file tra alberi d'ulivo.

Il Parco archeologico di Pranu Muttedu sorge su una vasta area caratterizzata da un'alta concentrazione di menhir, la maggiore della Sardegna, e da una serie di sepolture megalitiche del tipo a circolo. I menhir sono in tutto circa sessanta e si trovano disposti in allineamenti, tra i quali il più importante è quello formato da 20 menhir, a gruppi di tre, a coppie, o più raramente isolati; spesso si trovano inoltre posti davanti alle tombe. Le tombe più caratteristiche sono quelle a tumulo (cioè che in origine erano ricoperte da un tumulo di terra), costruite con blocchi di pietra e formate da un atrio, un corridoio d'ingresso e una camera di forma quadrangolare, mentre il muro perimetrale è a pianta circolare e spesso sono circondate da circoli più ampi. Ci sono però anche tombe a domus de janas, finemente scavate nella roccia.

Pausa pranzo da definire.

Nel primo pomeriggio trasferimento a Cagliari e visita del Museo Archeologico di Cagliari che accoglie gran parte dei materiali provenienti dagli scavi effettuati in tutto il territorio sardo. Le sale del museo ospitano materiali provenienti da scavi riguardanti il periodo della preistoria sarda. Si possono ammirare, di tale periodo, le collane in osso, i caratteristici vasi tripodi e a cestello, statuine schematiche di tipo cicladico rappresentanti la dea madre.

Tra i materiali di cultura nuragica sono esposti pregevoli bronzetti che testimoniano il livello raggiunto dagli artigiani del tempo. Sono presenti reperti fenici, iscrizioni puniche, vasi di importazione greca e italiota, nonché buccheri di produzione etrusca (VII-VI secolo a. C.); inoltre una statua egittizzante ritrovata a Sant'Antioco, statue marmoree romane di divinità e di un imperatore.

Al termine delle nostre visite trasferimento in pullman privato all'aeroporto di Cagliari Elmas per le procedure di imbarco sul volo di linea per Roma. Attenzione, a causa degli operativi aerei recentemente modificati dalla compagnia Air Italy e alla mancata pubblicazione degli orari Alitalia non siamo in grado al momento di pubblicare gli orari esatti. Invitiamo ad attendere alcuni giorni e a mantenervi aggiornati.

 
 * L'itinerario del trenino previsto potrebbe subire delle modifiche di orario e percorso. Se sostanziali i clienti prenotati saranno informati tempestivamente
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
le informazioni sul viaggio
Tutte le escursioni e i viaggi sono riservate ai membri del Club di Turismo Culturale Italiano. Iscriversi è semplicissimo e puoi farlo al momento della prenotazione del viaggio con validità al 31/12/2020 [scopri di più]
 

Quota a partire da Euro 1140.00 p.p. Quotazione valida con prenotazione e saldo fino al 15/04/2020. Oltre tale data le prenotazioni saranno accettate previa verifica della disponibilità. Quota soggetta a verifica e conferma al momento della prenotazione.* (supplemento camera singola Euro 134.00 - camere limitate)

La quota comprende:

voli di linea multitratta Roma / Alghero e Cagliari / Roma con operativi da definire (tasse aeroportuali e supplementi imposti dal vettore esclusi), bagaglio da stiva 20 kg incluso, tutti i trasferimenti in pullman GT privato da/per aeroporti e per tutte le escursioni e i trasferimenti, tutti i biglietti d'ingresso / spese di apertura dei siti indicati, biglietto trenino verde, visite guidate, accompagnatore da Roma di Turismo Culturale Italiano, 3 pranzi in ristorante, pernottamenti in hotel cat. 3* e 4* a Olbia, Oristano e Cagliari, prime colazioni a buffet, cene con menu del territorio a quattro portate con bevande incluse, tassa di soggiorno, assicurazione assistenza medica/bagaglio/R.C., spese parcheggio pullman, ztl, iva, imposte e tasse.

 

Quota valida con minimo 20 partecipanti
Prenotazione con pagamento entro il 15/04/2020 (quota ridotta) e fino a esaurimento posti disponibili. Le prenotazioni giunte dopo la data di scadenza indicata saranno accettate in caso di disponibilità. Al momento della prenotazione è preciso dovere del partecipante verificare e informarsi sulla presenza di eventuali difficoltà di percorso e comunicare eventuali intolleranze alimentari in caso di pasto organizzato.
 
La quota non comprende tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende".
N.B. Il programma può subire delle modifiche per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà.
 
* La quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d'ingresso/accessi/prenotazioni; per variazioni delle tariffe aeree/ferroviarie/pedaggi autostradali; costi organizzativi vari e mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti indicato (in tale caso l'adeguamento previsto dalla normativa non potrà essere superiore all'8% dell'importo dell'escursione/viaggio); variazione dei tassi di cambio, se il pagamento della prenotazione avviene oltre i termini indicati o per altri motivi [leggi]. In ogni caso eventuali variazioni saranno preventivamente comunicate.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Normativa sulla Tutela, trattamento dei dati personali (Privacy)
   
Si informa che i dati da lei comunicati al fine garantirle la partecipazione alle attività in programma (visite guidate, escursioni, viaggi, gran tour, cicli di incontri etc.), saranno trattati nell'assoluto rispetto della normativa vigente (Regolamento UE n. 2016/679 “GDPR”) [leggi]
   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Assicurazione Annullamento Viaggio
   
Su richiesta, al momento della prenotazione al viaggio, è possibile stipulare l'assicurazione annullamento viaggio con Europ Assistance [leggi]
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Viaggio in Aereo
   
   
Attenzione, a causa degli operativi aerei recentemente modificati dalla compagnia Air Italy e alla mancata pubblicazione degli orari Alitalia non siamo in grado al momento di pubblicare gli orari esatti. Invitiamo ad attendere alcuni giorni e a mantenervi aggiornati.
 
volo di andata Venerdì 29 Maggio 2020  
Roma Fco / Alghero  mattina
 
volo di ritorno Martedì 2 Giugno 2020
Cagliari / Roma Fco pomeriggio
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Preparazione del Bagaglio e Norme di Sicurezza
   
Clicca qui per conoscere la normativa e le precauzioni per la preparazione del bagaglio aereo
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Appuntamento alla partenza
   
App.to aeroporto Roma Fco, Terminal 1, partenze
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
   
Kit di viaggio
Scopri il Kit di Viaggio omaggio per i viaggiatori di Turismo Culturale Italiano *
* Previa verifica della disponibilità
---------------------------------------------------------------------------------------------------
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Mappa di viaggio
 
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Il Meteo
 
per conoscere le previsioni meteo dei luoghi delle nostre visite clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Cosa sapere prima di prenotare e di partire per un tour
   
cosa sapere prima di prenotare
leggi le condizioni generali di vendita
scopri l'assicurazione Global Assistance assistenza medica / bagaglio / R.C.
su richiesta, al momento della prenotazione al viaggio, è possibile stipulare l'assicurazione annullamento viaggio con Europ Assistance [leggi]
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Prenotazioni
   
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Pagamenti
 
per confermare la tua prenotazione e procedere con il pagamento clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Assicurazioni
   
INCLUSA - ASSICURAZIONE ASSISTENZA MEDICA/BAGAGLIO/R.C.
Turismo Culturale Italiano include sempre nei propri pacchetti di viaggio questa copertura. Scopri l'assicurazione Global Assistance assistenza medica / bagaglio / R.C.
FACOLTATIVA SU RICHIESTA - ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO DEL VIAGGIO
N.B. La Polizza deve essere richiesta e sottoscritta al più tardi entro le ore 24 del giorno successivo al giorno di iscrizione / prenotazione al viaggio. Scopri l'assicurazione Europ Assistance Annullamento Viaggio
FONDO DI GARANZIA
Nel rispetto di quanto richiesto dalla normativa Turismo Culturale Italiano ha contratto adeguata polizza assicurativa con con Vittoria Assicurazioni Spa (Consorzio FOGAR- FIAVET)
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Normativa
 
- Viaggio conforme alle direttive internazionali sul Turismo e del Codice del Turismo D.Lgs. 79/2011.
- Aut.ne: Det.ne Dirigenziale R.U. Provincia di Roma n. 806 del 25/02/2013.
- Garanzia Assicurativa Responsabilità Civile Organizzatori e intermediari Agenti di Viaggio "Amissima Assicurazioni Spa" - Polizza n° 801156528.
- Nel rispetto di quanto richiesto dalla normativa (Codice del Turismo), in ottemperanza agli obblighi di legge derivanti dal DL 79 del 23 maggio 2011 - art. 50 comma 2 e comma 3 e successive modifiche/integrazioni, Turismo Culturale Italiano ha contratto adeguata polizza assicurativa con Vittoria Assicurazioni Spa (Polizza numero  631.36.922319  Consorzio FOGAR- FIAVET), in grado di sostituire la funzione svolta fino a tale data dal fondo di garanzia “pubblico”.
- Nel rispetto della normativa la Fattura Elettronica sarà inviata allo SdI mentre una copia di cortesia sarà inviata al cliente per posta elettronica e sarà consultabile all'interno del proprio Cassetto Fiscale dell'AdE.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Scarica il programma di Turismo Culturale Italiano
 
scarica il programma completo delle nostre attività in pdf  
 
 
___________________________________________________________________________
turismo culturale italiano srl a socio unico - tour operator - C.F. e P.I. 11922481004 - REA RM 1337161
Visite Guidate, Viaggi d’Arte, Itinerari, Gran Tour, Viaggi Culturali, Conferenze, Incontri, Concerti...
Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, immagini, foto, disegni senza l'espressa autorizzazione - All rights reserved.
___________________________________________________________________________