Benvenuto nel sito di Turismo Culturale Italiano, il Primo Operatore di Turismo Culturale d'Italia
 
Statistiche
l
l
l
l
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________

pagina aggiornata al 3/02/2020

_________________________________
   
scopri la programmazione
_________________________________
 
viaggi di gruppo
  escursioni, viaggi e tours
   
visite guidate
  visite a palazzi, ville, mostre
   
incontri
  conferenze, concerti, corsi
   
catalogo
  scarica i nostri programmi pdf
   
archivio
  visita il nostro archivio
   
galleria
  le nostre immagini più belle
   
e-lettere
  ricevi le notizie periodiche con posta elettronica
   
ultime notizie
  novità dalla redazione
   
prenotazioni
 
come prenotare la tua visita, il tuo viaggio...
   
   
   
scopri il nostro prossimo tour... leggi
 
 
 
   
   
 
cerca sulla mappa le prossime destinazioni dei nostri viaggi... leggi
 
 
Rispettare l'ambiente in ogni sua forma, l'uomo e il patrimonio culturale
 
 
 
 
Se desideri fare un regalo originale puoi scegliere ... leggi
 
 
 
 
associato
  Lo splendore dell'arte romanica nel Lazio
 
 
Tuscania, San Giusto, Santa Maria di Corneto e Rocca Respampani a Monte Romano
  Scopriremo la purezza delle forme romaniche in tre località immerse in una cornice naturale di pura bellezza.
   
  Mercoledì 6 Maggio 2020
 
 
foto archivio fotografico Comune di Monte Romano
itinerario culturale di qualità

A Monte Romano visiteremo la Rocca Respampani, imponente edificio isolato nella campagna. Nell'antica Corneto - oggi Tarquinia - ammireremo uno tra i più bei pavimenti cosmateschi del Lazio. Lungo la valle del Marta entreremo nel complesso dell'Abbazia di San Giusto risalente al XII secolo. Infine a Tuscania ci sorprenderemo con le poderose chiese romaniche di Santa Maria Maggiore e di San Pietro...

 
 
 

programma

 

Mercoledì 6 Maggio 2020

Appuntamento con i partecipanti alle ore 7.30 in p.le Ostiense, mura aureliane e partenza in pullman GT per le nostre tappe. Lungo il percorso sarà effettuata una sosta caffè in autogrill.

L'itinerario ci condurrà soprattutto nella provincia di Viterbo, tra la bella campagna laziale, tra il mare e le colline.

Dopo una breve sosta in autostrada giungeremo alla prima tappa delle nostre visite, alla chiesa di Santa Maria in Castello di Corneto, l'odierna Tarquinia dove troveremo un eccezionale esempio degli sviluppi dell'architettura romanica in Italia centrale tra il XII secolo e gli inizi del XIII secolo. La realizzazione della chiesa venne affidata con ogni probabilità a diversi architetti, i cui nomi campeggiano nelle iscrizioni degli stipiti del   portale   principale. La serena architettura degli esterni - tipica delle forme del romanico laziale, ma aggiornata da influenze dell'arte toscana e lombarda - offre al visitatore uno splendido colpo d'occhio iniziale, che trova il suo vertice nella chiara e sobria facciata. Il suo interno, pervaso da un'atmosfera austera e al contempo luminosa, si caratterizza per la purezza delle forme architettoniche, esaltate dai chiari toni della pietra locale. Una menzione meritano l'antico pavimento cosmatesco, l'ambone medievale ed il fonte battesimale, nonché i curiosi capitelli raffiguranti un vasto e divertente repertorio costellato da motivi vegetali e animali fantastici.

Seguirà la visita della Rocca Respampani di Monte Romano, aperta per la nostra visita. Notizie relative alla rocca Respampani risalgono al XII secolo quando in antichi documenti viene menzionato un castrum Respampini. In tale periodo la rocca apparteneva ai conti di Vetralla, tra i più importanti dell'area della Tuscia. Nel '200 la rocca fu al centro di vicende per il possesso dell'area, tra Viterbo, Roma, il papa e Federico II di Svevia. Nel 1170 i diritti sull'area vengono ceduti a Viterbo, provocando il rifiuto armato dei signori di Respampani; nel 1228 i romani assalirono la rocca e nel 1266 subì l' assedio delle truppe di Carlo d'Angiò. Passata ai conti di Vico la rocca e il latifondo vennero confiscate dalla chiesa che nel 1456 cedette la proprietà all'Ospedale di Santo Spirito in Sassia. L'operazione doveva garantire i denari per armare una flotta contro i turchi infedeli nella conquista di Costantinopoli. Nel 1606 fu avviata la costruzione di un nuovo castello, progettato da Carlo Antonelli, che in pochi anni portò a compimento l'intera costruzione. L'attuale castello si mostra in pianta quadrilatera con due grandi torrioni quadrati, quasi una gentile dimora aristocratica costruita per esigenze di rappresentanza del governatore del Santo Spirito.

Dopo la visita alla rocca proseguiremo per la vicina Tuscania, dove visiteremo due capolavori del romanico laziale: Santa Maria Maggiore e San Pietro. Grazie alla donazione Carlo Magno, Tuscania fu uno dei primi centri a costituire il Patrimonio di san Pietro e per questo fu importante centro pontificio. La Chiesa di San Pietro a Tuscania sorge sul colle dell'acropoli etrusca. Il fronte della chiesa si affaccia su uno spiazzo erboso tra il Palazzo dei Canonici e le possenti torri di difesa mentre l'altissima abside si staglia sul borgo. Secondo i critici la costruzione di San Pietro, ad opera di maestri comacini, risalirebbe all'VIII secolo, quando Tuscania fu donata da Carlo Magno a papa Adriano I, divenendo un caposaldo nella storia dell'architettura italiana in quanto segnerebbe il punto di trapasso dalle forme paleocristiane a quelle pre-romaniche. La data che è incisa sul Ciborio, il 1093, potrebbe essere quella della ricostruzione di tutto l'edificio. La facciata conserva stupefacenti gioielli lapidei. Il portale maggiore cosmatesco, il rosone con la rappresentazione in tre cerchi concentrici di Dio e dei quattro evangelisti tra il Bene e il Male. L'interno in tre navate conserva i due cibori (XI e XIII secolo) e gli affreschi raffiguranti la Storia di Cristo, degli Apostoli e del Battista. Dalla navata di destra si accede alla cripta (XI sec.) a nove navate con volte a crociera sorrette da 28 colonne e capitelli di reimpiego provenienti da edifici romani. Della decorazione pittorica, oltre alla Madonna in Trono nell'absidiola d'altare, si ricorda l'affresco con i Santi Patroni di Tuscania, Secondiano, Veriano e Marcelliano del '300.

Pausa pranzo libero a Tuscania.

Nel primo pomeriggio proseguimento delle visite di Tuscania con la bella chiesa romanica di Santa Maria. La chiesa di Santa Maria Maggiore è un bell'esempio dell'architettura romanica in Italia. E' stata anche la prima cattedrale di Tuscania e l'unica, per antico privilegio, ad avere un fonte battesimale ad immersione con vasca che ancora oggi è conservato. Le origini risalgono all'VIII secolo, ma la chiesa fu ricostruita dalla fine dell'XI secolo assumendo l'attuale forma a tre navate. La facciata richiama quella di San Pietro con uno splendido rosone e una loggetta sottostante. I tre portali con le relative lunette sono molto rifiniti. Il tufo, pietra locale di origine vulcanica, è l'elemento costruttivo dominante. L'interno, a tre navate, è caratterizzato da eleganti colonne e pilastri che conservano ancora una parte degli antichi affreschi e sono sormontati dai capitelli romanici scolpiti con soggetti mostruosi. All'interno si imposta un superbo arco trionfale con un affresco risalente al XIV secolo di Gregorio e Donato di Arezzo che rappresenta il Giudizio Universale.

Termineremo le nostre visite all'Abbazia di San Giusto, visitabile su nostra richiesta. Questa splendida abbazia sorge nelle campagne a poca distanza da Tuscania e non lontano dal fiume Marta. Notizie di un primo insediamento monastico richiamano la presenza di una pieve benedettina del secolo X abbandonata pochi secoli dopo. Con ordine dell'abbazia di Clairvaux in Borgogna partirono nel 1146 dall'Abbazia cistercense un gruppo di monaci per insediarsi nella vecchia struttura. Rinacque così l'abbazia di San Giusto che passò sotto il controllo dell'abbazia cistercense di Casamari e successivamente delle Tre Fontane. Soppressa nel 1460 l'intero complesso, ormai abbandonato, cadde in lenta ed inesorabile rovina. Pochi anni fa, su iniziativa privata, l'edificio fu restaurato e tornò a nuova vita grazie a lavori di restauro e ristrutturazione. Come tutti i complessi monastici cistercensi anche san Giusto di Tuscania reca la planimetria tipica dell'ordine con il chiostro cuore dell'intera vita monastica sul quale si affacciano i vari ambienti della vita comunitaria: chiesa, torre, dormitori, sala capitolare, locutorium, scriptorium, refettorio e cellarium.

Al termine della visita riprenderemo la strada per Roma, dove l'arrivo è previsto nel tardo pomeriggio / prima serata.

---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
Informazioni sull'escursione
Tutte le escursioni e i viaggi sono riservate ai membri del Club di Turismo Culturale Italiano. Iscriversi è semplicissimo e puoi farlo al momento della prenotazione del viaggio con validità al 31/12/2020 [scopri di più]
 

Quota Euro 64.00 p.p. *

La quota comprende:

viaggio in pullman GT A/R, visite guidate, accompagnatore in viaggio, sistemi audio riceventi, spese parcheggi pullman e spese di ztl, iva e tasse. Biglietti d'ingresso o spese di apertura per l'accesso ai siti etc. sono esclusi. Eventuali gratuità/riduzioni saranno considerate al momento dell'acquisto in situ dei biglietti.

Quota valida con minimo 25 partecipanti.
Prenotazione con pagamento anticipato preferibilmente entro il 27/04/2020 e fino a esaurimento dei posti disponibili. La prenotazione è confermata solo al momento del pagamento. Al momento della prenotazione è preciso dovere del partecipante verificare se la quota indicata include eventuali biglietti d'ingresso, chiedere dell'eventuale presenza di biglietti d'ingesso e/o spese di ingresso ai siti oggetto delle visite non indicate alla voce "la quota comprende"; tali eventuali importi saranno nel caso raccolti brevi manu nel corso del viaggio. Il cliente dovrà anticipatamente informarsi sulla presenza di eventuali difficoltà di percorso e comunicare eventuali intolleranze alimentari in caso di pranzo organizzato.
 
Pranzo libero.
 
La quota non comprende tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende".
Rientro a Roma in serata (pl.le Ostiense unica fermata)
N.B. Il programma può subire delle modifiche per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà.
* La quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d'ingresso/accessi/prenotazioni; per variazioni delle tariffe aeree/ferroviarie/pedaggi autostradali; costi organizzatii vari e mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti indicato (in tale caso l'adeguamento previsto dalla normativa non potrà essere superiore all'8% dell'importo dell'escursione/viaggio); variazione dei tassi di cambio, se il pagamento della prenotazione avviene oltre i termini indicati o per altri motivi [leggi]. In ogni caso eventuali variazioni saranno preventivamente comunicate.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Normativa sulla Tutela e trattamento dei dati personali (Privacy)
   
Si informa che i dati da lei comunicati al fine garantirle la partecipazione alle attività in programma (visite guidate, escursioni, viaggi, gran tour, cicli di incontri etc.), saranno trattati nall'assolto rispetto della normativa vigente (Regolamento UE n. 2016/679 “GDPR”) [leggi]
   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Appuntamento alla partenza
   
App.to in piazzale Ostiense, alle Mura Aureliane, bus ditta "Bracci", partenza ore 7:30
Clicca qui per vedere il luogo di partenza sulla mappa
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Viaggio in pullman
   
Rispettare l'ambiente è una delle nostre priorità. Per questo motivo utilizziamo automezzi a norma Euro 6 nel pieno rispetto degli standard europei sulle emissioni inquinanti.  
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Mappa di viaggio
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Meteo
 
per conoscere le previsioni meteo dei luoghi delle nostre visite clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Cosa sapere prima di prenotare e partire
   
cosa sapere prima di prenotare escursioni di un giorno (informazioni sulle modalità di prenotazione, cancellazione, penalità etc. ) clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Prenotazioni
   
se desideri prenotare questo viaggio o avere maggiori informazioni clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Pagamenti
   
per confermare la tua prenotazione e procedere con il pagamento clicca qui
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Scarica il programma di Turismo Culturale Italiano
 
scarica il programma completo delle nostre attività in pdf  
 
 
Normativa
 
- Viaggio conforme alle direttive internazionali sul Turismo e del Codice del Turismo D.Lgs. 79/2011.
- Aut.ne: Det.ne Dirigenziale R.U. Provincia di Roma n. 806 del 25/02/2013.
- Garanzia Assicurativa Responsabilità Civile Organizzatori e intermediari Agenti di Viaggio "Amissima Assicurazioni Spa" - Polizza n° 801156528.
- Nel rispetto di quanto richiesto dalla normativa (Codice del Turismo), in ottemperanza agli obblighi di legge derivanti dal DL 79 del 23 maggio 2011 - art. 50 comma 2 e comma 3 e successive modifiche/integrazioni, Turismo Culturale Italiano ha contratto adeguata polizza assicurativa con Vittoria Assicurazioni Spa (Polizza numero  631.36.922319  Consorzio FOGAR- FIAVET), in grado di sostituire la funzione svolta fino a tale data dal fondo di garanzia “pubblico”.
- Nel rispetto della normativa la Fattura Elettronica sarà inviata allo SdI mentre una copia di cortesia sarà inviata al cliente per posta elettronica e sarà consultabile all'interno del proprio Cassetto Fiscale dell'AdE.
 
 
___________________________________________________________________________
turismo culturale italiano srl a socio unico - tour operator - C.F. e P.I. 11922481004 - REA RM 1337161
Visite Guidate, Viaggi d’Arte, Itinerari, Gran Tour, Viaggi Culturali, Conferenze, Incontri, Concerti...
Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, immagini, foto, disegni senza l'espressa autorizzazione - All rights reserved.
___________________________________________________________________________