Statistiche
l
l
l
l
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________
pagina aggiornata al 17/04/2017
_________________________________
   
 
_________________________________
 
incontri
  conferenze, concerti, corsi
   
catalogo
  scarica i nostri programmi pdf
   
archivio
  visita il nostro archivio
   
galleria
  le nostre immagini più belle
   
e-lettere
  ricevi le notizie periodiche con posta elettronica
   
ultime notizie
  novità dalla redazione
   
   
   
   
scopri il nostro prossimo tour... leggi
 
cerca sulla mappa le prossime destinazioni dei nostri viaggi... leggi
 
 
la risposta alle tue domande ... leggi
 
 
per essere sicuri su cosa acquistate e a chi vi affidate ... leggi
 
 
Rispettare l'ambiente in ogni sua forma, l'uomo e il patrimonio culturale ... leggi
   
 
 
 
 
 
 
associato
 
 
noi sosteniamo
 
 
   
   
  Villa Lubin
 
  Visita in programma venerdì 22 maggio 2017 ore 10.45
  Visita con apertura straordinaria
   
   
 

Posta all’interno di Villa Borghese, Villa Lubin è stata costruita nel 1908 per essere la sede dell'Istituto Internazionale di Agricoltura. La creazione dell’istituto, sotto il patrocinio di Vittorio Emanuele III, fu pensata e sostenuta da David Lubin, particolare figura di "self-made man" americano, giunto in Italia e stabilitosi a Roma nel 1904.
L’istituto si poneva l’ambizioso obiettivo di portare avanti la ricerca nel settore agrario, da un punto di vista tecnologico, commerciale e persino creditizio, e sottoporne i risultati alle potenze europee per favorire un coordinamento della produzione tra i vari paesi. La villa fu progettata dall'architetto Pompeo Passerini in uno stile tra il neo-barocco e il liberty, e decorata dagli artisti che avevano già lavorato al Monumento a Vittorio Emanuele II: lo scultore umbro Adolfo Cozza, lo scultore romano Adolfo Apolloni, Giuseppe Mazzoni, il perugino Lemmo Rossi-Scotti.
All’interno, nella sala del Parlamentino, si possono ammirare "L'agricoltura dalle epoche barbariche fino ai tempi della Roma Imperiale" e "I grandi navigatori, gli astronomi e i naturalisti dal secolo XIII al XVIII" del Cozza; nella Sala Gialla "Il trionfo di Cerere seguita dal corteggio delle nazioni" di Lemmo Rossi-Scotti".
La facciata è caratterizzata da tre grandi arcate con semicolonne che introducono ad un elegante atrio. In asse con la facciata, disposte su due livelli, si aprono due fontane: la prima entro semplici balaustre e la seconda, ad una quota di 8 meri più bassa, ricavata entro una nicchia decorata con elementi rocciosi di tufo.
Sciolto l’istituto, che fu assorbito nella FAO, la villa tornò al Demanio e nel 1958 è stata assegnata al CNEL (Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro).

   
   
  Galleria
   
 
 
   
 
Visualizzazione aerea
 
  ---------------------------------------------------------------------------------------------------
   
 
   
 
Prenotazione obbligatoria con dati d'identità l Quota visita guidata Euro 10.00.
App.to in Viale Lubin, 2l Individua sulla Mappa
Clicca qui per Informazioni e Prenotazioni
   
  ---------------------------------------------------------------------------------------------------
     
 
scarica il programma completo della manifestazione in pdf [scarica]
   
   
  ---------------------------------------------------------------------------------------------------
   

 

 

 

 
 
___________________________________________________________________________
turismo culturale italiano srl a socio unico - tour operator - C.F. e P.I. 11922481004 - REA RM 1337161
Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, immagini, foto, disegni senza l'espressa autorizzazione - All rights reserved.
___________________________________________________________________________